Monday, Jun. 17, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 5 Lug 2017

|

 

“Allargamento a velocità diverse” Le tempistiche della liquidità condivisa per Gianluca Mancuso (PokerYes)

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

“Allargamento a velocità diverse” Le tempistiche della liquidità condivisa per Gianluca Mancuso (PokerYes)

Area

Vuoi approfondire?

Domani è il grande giorno: a Roma gli enti regolatori di Italia, Francia, Spagna e Portogallo firmeranno laccordo per la liquidità condivisa che allargherà i mercati dei singoli paesi permettendo agli italiani di misurarsi con gli stranieri.

Sapere quando lo switch diventerà concreto e tangibile, ovvero quando partiranno i primi tavoli “condivisi”, non è però ancora possibile: secondo il poker manager Poker Yes Gianluca Mancuso, infatti, a oggi gli stessi concessionari non hanno assolutamente chiari i contorni del progetto, e quindi non possono sapere quando la loro offerta di gioco sarà allargata ai nuovi confini.

“A oggi non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione ufficiale da parte di AAMS, quello che so sulla liquidità condivisa l’ho letto sui vostri articoli. Parlare senza conoscere gli adeguamenti tecnologici necessari non ha molto senso”.

Proprio per gli adeguamenti tecnologici Mancuso crede che le room italiane avranno diverse velocità di allargamento del field a spagnoli, francesi e portoghesi.

“In Italia credo che faranno da apripista alla nuova liquidità quelle realtà già presenti con estensioni nazionali in tutti i paesi inseriti nel progetto. Per gli altri credo che i tempi saranno più lunghi”.

Secondo Mancuso anche l’orizzonte del 2018 “è probabilmente ottimistico”

Il poker manager guarda con favore all’allargamento del mercato del poker online:

“In attesa di conoscere i dettagli, credo che sarà in grado di dare nuova linfa al settore, in particolare per quanto riguarda l’ingresso di nuovi giocatori occasionali. I nuovi montepremi sicuramente faranno gola all’amatore in cerca del colpo di fortuna. Per i regular la maggior varianza costringerà a rivedere alcune cose a iniziare dal bankroll, ma sono sicuro che si allargheranno anche i coaching e i progetti di staking”.

E anzi, Mancuso vorrebbe che la liquidità uscisse dai confini del punto it anche per altri giochi online:

“A iniziare dai Daily Fantasy Sport, che è un mercato che ancora deve crescere e potrebbe ricevere l’impulso decisivo proprio da un bacino di utenti più ampio. A quanto mi risulta è assai possibile che dopo quello del Poker sarà il mercato del Bingo a essere allargato”.

Su una cosa però il poker manager sembra non transigere:

“La tassazione: credo che saranno gli altri paesi ad adeguarsi a quella italiana e non il contrario. Passare a un regime fiscale più rigido toglierebbe alle room quel piccolo margine necessario a offrire ai giocatori la rakeback”.

I punti interrogativi al momento sono ancora tanti davvero, ma già domattina ne sapremo qualcosa in più con l’annuncio ufficiale dell’accordo.

 



Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari