Thursday, Jan. 23, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 18 Gen 2018

|

 

Perché Erik Seidel è così forte negli High Roller?

Perché Erik Seidel è così forte negli High Roller?

Area

Vuoi approfondire?

Qual è il segreto di Erik Seidel?

L’americano classe ’59 gioca a poker ad altissimi livelli dagli anni 80 e vanta oltre 33,5 milioni di dollari di vincite in tornei live.

Considerando che il suo primo ITM ufficiale secondo The Hendon Mob risale al mese di maggio del 1988, Seidel ha festeggiato 30 anni di onorata carriera che gli hanno fruttato mediamente oltre 1 milione di dollari all’anno!

Al momento è secondo nella Money List mondiale dietro al solo Negreanu ma ci sono stati anni in cui Seidel era il dominatore assoluto.

Il newyorchese ha vinto 8 braccialetti (tra il 1992 e il 2007) meritandosi anche l’ingresso nella Hall of Fame delle WSOP. Prima di diventare un poker pro era un trader e prima ancora un giocatore di backgammon.

Insomma, Seidel è una leggenda vivente che però ha sempre mantenuto un profilo basso. Mediaticamente parlando forse non è conosciuto e apprezzato come altri illustri colleghi.

Ci hanno pensato allora gli utenti del noto forum di settore TwoPlusTwo a dedicargli un thread nel quale si sono chiesti come faccia Seidel a stare sulla cresta dell’onda da 30 anni, e soprattutto come faccia a essere uno dei reg più vincenti negli High Roller nonostante la spietata concorrenza di fenomeni molto più giovani.

Se date un’occhiata al palmares di Erik Seidel è impressionante in effetti la costanza negli High Roller in particolare.

Proviamo a fare un elenco dei suoi risultati più importanti, sfoltendo un po’ la lista degli ITM:

 

  • gennaio 2011 – $ 25,500 NL Hold’em (PCA, Bahamas) – 4th – $ 295,960
  • gennaio 2011 – A$ 250,000 NL Hold’em (Aussie Millions, Melbourne) – 1st – A$ 2,500,000
  • febbraio 2011 – $ 25,100 High Roller Event (L.A. Poker Classic, Los Angeles) – 1st – $ 144,570
  • maggio 2011 – $ 100,000 NL Hold’em (Five Star World Poker Classic, Las Vegas) – 1st – $ 1,092,780
  • agosto 2013 – € 50,000 NL Hold’em (EPT Barcelona)- 2nd – € 557,100
  • dicembre 2013 – $ 100,000 NLHold’em (WPT, Las Vegas) – 2nd $ – 650,100
  • luglio 2014 – $ 100,000 NL Hold’em (Super High Roller II, Las Vegas) – 4th – $ 366,300
  • aprile 2015 – € 100,000 NL Hold’em (EPT Grand Final, Monte Carlo) – 1st – € 2,015,000
  • maggio 2015 – $ 25,000 NL Hold’em (Aria High Roller 9, Las Vegas) – 2nd – $ 354,000
  • luglio 2015 – $ 500,000 NL Hold’em (Super High Roller Bowl, Las Vegas) – 7th – $ 860,000
  • gennaio 2016 – $ 50,000 NL Hold’em (PCA, Paradise Island) – 5th – $ 301,080
  • febbraio 2016 -s $ 25,000 NL Hold’em (Aria High Roller 24, Las Vegas) – 3rd – $ 296,800
  • maggio 2016 – $ 300,000 NL Hold’em (Super High Roller Bowl, Las Vegas) – 3rd – $ 2,400,000
  • luglio 2016 – $ 25,000 NL Hold’em (Aria High Roller 36, Las Vegas) – 2nd – $ 264,000
  • ottobre 2016 -$ 25,000 NL Hold’em (Aria High Roller 42, Las Vegas) – 2nd – $ 293,125
  • novembre 2016 – $ 50,000 NL Hold’em (Aria Super High Roller 13, Las Vegas) – 2nd – $ 510,430
  • dicembre 2016 – $ 100,000 NL Hold’em (WPT, Las Vegas) – 4th – $ 335,160
  • febbraio 2017 – HK$ 250,000 NL Hold’em (Triton SHR Series, Paranaque City) – 2nd – HK$ 2,326,000
  • maggio 2017 – $ 100,000 NL Hold’em (Aria Super High Roller 19, Las Vegas) – 6th – $ 317,520

 

L’ultimo risultato importante ottenuto da Seidel in un High Roller è il suo 4° posto nel torneo da 50mila dollari di buy-in dell’ultima PCA. In quel caso ha incassato 260mila dollari, che per lui sono pochi buy-in o in certi casi neanche un buy-in…

 

 

Come è spiegabile questa costanza? Qualche indizio lo ha lasciato lo stesso Seidel in un paio di interviste recenti. Ecco cosa rivelava per esempio nel 2015 ai colleghi di PokerNews:

Non studio come dovrei, il mio gioco a dire il vero non è molto strutturato. Questo però non è per forza un handicap. Io credo di adattarmi meglio degli altri ai tavoli. Non penso mai prima di un torneo a come giocherò: improvviso. Penso che nel No Limit ci sia una componente molto creativa“.

In un’intervista dello scorso anno a Poker Central dice: “Molti giocatori hanno un ego enorme, ma per me il poker è un gioco per gente umile. Le carte ti rimettono sempre a posto“.

Qualche hater su 2+2 ha il coraggio di affermare che Seidel è solo fortunato. Altri lo chiamano simpaticamente ‘Seiborg‘.

Qualcuno sintetizza: “Sa quando bluffare e quando foldare“.  Qualche maligno fa notare che i soldi di Full Tilt Poker sicuramente lo avranno aiutato.

La maggior parte degli appassionati comunque elogia la sua pazienza e intelligenza. Non è un caso del resto se Seidel detta ancora legge dopo tanti anni, come fa ad esempio John Juanda, giusto per sparare un altro nome leggendario del poker…

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari