Monday, Jun. 24, 2019

Strumenti

Scritto da:

|

il 11 Mag 2018

|

 

Dario De Toffoli presenta il suo libro sulle varianti: “Sono il futuro del poker”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Dario De Toffoli presenta il suo libro sulle varianti: “Sono il futuro del poker”

Area

Vuoi approfondire?

Nelle librerie italiane è uscito un nuovo libro sul poker di Dario De Toffoli, storico autore di casa nostra che stavolta ha deciso di dedicare una sua fatica interamente alle varianti!

Il testo infatti si chiama ‘100 poker‘ e presenta una quantità davvero impressionante (circa 100, appunto) di modi con cui è possibile giocare al nostro amato poker.

Anche i più esperti sicuramente troveranno delle chicche che non hanno mai provato o udito prima. Non ci credete? Allora cercate il nuovo lavoro di De Toffoli, uscito nelle librerie lo scorso 8 maggio. Il costo è di 17,90 euro.

Ecco come lo presenta Sperling & Kupfer, nota casa editrice milanese: “Il Texas Hold’em domina ancora la scena pokeristica mondiale, ma negli ultimi anni si stanno affermando e diffondendo molte varianti che appassionano professionisti e amatori con diverse combinazioni di carte, regole e punteggi. In questo libro l’autore, uno dei massimi esperti in materia, illustra i tantissimi modi in cui si può giocare a poker: ci sono l’Omaha, il Razz, il poker cinese, il draw, ma c’è anche una vera chicca, l’Hi-Lo Sunday Poker londinese. Un manuale esclusivo ricco di strategie e suggerimenti per divertirsi e vincere“.

‘100 poker’ verrà presentato tra pochi giorni dal vivo anche alle ISOP nella splendida cornice del Perla di Nova Gorica. Noi ci siamo fatti raccontare in anteprima da De Toffoli i retroscena sul suo ultimo libro. Ecco cosa ci ha detto:

Ho sempre avuto un debole per le cosiddette varianti del poker, specialmente per l’Omaha che è il mio gioco preferito. In realtà io ho addirittura imparato l’Omaha prima del Texas.

Era il 1998 quando ci giocai per la prima volta. Ero a Londra per un torneo di backgammon, che terminò con mezza giornata di anticipo. Mi proposero allora di fare un torneino di poker da 20 persone. Non ci avevo mai giocato ma sapevo come funzionava. Partecipai e arrivai anche a medaglia.

In seguito ho provato anche il Texas, ovviamente, ma l’Omaha mi è rimasto nel cuore per la sua componente matematica“.

Non pensate di trovare solo varianti classiche però in ‘100 poker’. Si spazia infatti dal poker cinese a quello polacco, passando anche per il recentissimo Crayfish poker ideato da Carlo Braccini. C’è spazio perfino per i giochi da tavolo a tema pokeristico e per le novità più tecnologiche.

De Toffoli è convinto che i giocatori debbano ampliare la loro conoscenza: “In futuro sicuramente verranno giocate più varianti del poker. Non bisogna fossilizzarsi su un unico gioco.

Tra i giochi più interessanti che propongo nel libro ci sono per esempio quelli di tipo ‘declare‘ che non sono per niente famosi dalle nostre parti. Sarebbe bello se guadagnassero popolarità, perché tutti partiremmo praticamente dallo stesso livello tecnico“.

 

 

Dario De Toffoli, fondatore di studiogiochi, dagli anni ’80 si occupa attivamente di tutti gli aspetti (agonistici, tecnici e culturali) legati al gioco.

Ha partecipato a competizioni nazionali e internazionali di giochi come poker, backgammon, master mind e scrabble, ottenendo molti successi tra i quali spiccano i suoi bracciali ISOP e il doppio titolo di Campione del Mondo di Pentamind alle Mind Sports Olympiad londinesi.

Per la casa editrice Sperling & Kupfer ha pubblicato, fra gli altri, bestseller pokeristici come ‘Il grande libro del poker’ e ‘Superpoker’.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari