Tuesday, Mar. 19, 2019

Storie

Scritto da:

|

il 11 Gen 2019

|

 

Luca Sebastiani inviperito per un controverso spot al Bellagio: “Oppo ha messo le chips in mezzo… e poi se l’è riprese!”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Luca Sebastiani inviperito per un controverso spot al Bellagio: “Oppo ha messo le chips in mezzo… e poi se l’è riprese!”

Area

Vuoi approfondire?

No, non accade solamente nelle partite tra amici o al circolo della zona. Ad un tavolo di poker l’imprevisto è sempre dietro l’angolo e anche se ti trovi nel casinò più famoso al mondo può accadere che qualcosa vada storto…

Luca Sebastiani è a Las Vegas da quasi 3 mesi e il Bellagio è diventata la sua casa base. Nella serata appena trascorsa, Luca si è però trovato invischiato in una spiacevole situazione di gioco.

Il piemontese si è sfogato sui Social. Noi lo abbiamo contattato per farci raccontare meglio l’accaduto:

“Sto giocando la solita 5/10$ e c’è un limp da early di un signore. Il fishone del tavolo, che sta dichiarando da 20 minuti di volerle metterle tutte in mezzo perché è stanco e vuole andare a dormire, raisa 30$. Tribetto a 100$ con 9-9 da bottone, chiama solo il fish. Il flop è 963. Bussiamo entrambi. Lui gioca con circa 650$ dietro.”

Sul 3 al turn, il fattaccio: oppo checka e dichiara: “Chiamerò qualsiasi tua puntata, sappilo. Voglio andare a letto.”

Luca punta 140$, oppo prende il suo stack “4 chips nere da 100€ e 25 chips arancioni da 10$” e le mette tutte al centro contemporaneamente.

Luca prende la sua pila di nere, la mette in mezzo e mostra il suo full house.

Accortosi di essere drawing dead, oppo riprende immediatamente le sue chips dicendo di non aver mai detto all-in ma di aver dichiarato anticipatamente che avrebbe fatto solo call.

Immediato l’avvento del floorman, che dopo oltre 5 minuti di accesa discussione considera come string bet l’all-in del rivale di Luca e sancisce il solo call. In aggiunta a quella che appare una presa in giro, il floor sostiene che la dichiarazione fatta prima della puntata di Luca, quel ‘Chiamerò qualsiasi puntata”, è vincolante.

La poker room del Bellagio vista dalla Bobby’s

Conoscendo Luca di persona, siamo certi della veridicità del racconto. E pare davvero incredibile che una situazione così lineare di gioco possa essere stata mal interpretata in un casinò di questo calibro:

“I due reg che c’erano al tavolo – conclude amaro Sebastiani – mi hanno dato piena ragione. Ho fatto una mezza scenata in mezzo alla sala, ma niente. A fine sessione anche il floor si è accordo di aver mal interpretato la situazione e si è scusato, mortificato. Sono davvero tiltato perché pot del genere spostano tantissimo nell’hourly rate overall!”

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari