Saturday, Mar. 23, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 19 Nov 2016

|

 

Thinking Process – Luca Sebastiani check/shova su overbet: “Facile col blocker nuts…”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Thinking Process – Luca Sebastiani check/shova su overbet: “Facile col blocker nuts…”

Area

Vuoi approfondire?

Check/call, check/call, check/shove. Nuts? Macché.

Nella nostra rubrica dedicata ai “Thinking Process”, abbiamo oggi dato spazio a Luca ‘lucaseba89’ Sebastiani, reg di cash game NL100 e NL200 che mixa punto it e dot com dalla sua residenza maltese.

Il piemontese, solitamente piuttosto restio a concedere info gratuite, potenzialmente ‘dannose’ qualora scoperte dai reg avversari, si è questa volta concesso, analizzando una mano giocata ad un tavolo 0.50€/1€ poche sere fa.

Tavolo 6-max, ma solamente tre player al tavolo. Dopo il fold di bottone, Luca (stack: 207€) decide di aprire da small blind a 2.70€ con AJ. Big blind, reg del livello (stack 102.54€), difende.

Flop: 937.

Check call per Sebastiani sulla bet 4€ di oppo.

“Al flop abbiamo un’ottima mano per check/callare: abbiamo value, backdoors e e possiamo far bettare i bluff di oppo vs la nostra missed c-bet. E giocherei uguale parecchie combo di flush draw nuts… per balancing! Altrimenti avrei un range di check/call troppo stretto. A high su questa texture resta una mano di estremo valore. Da estrarre ovviamente non ce n’è, ma avendo anche l’A check/callare questa street per poi rivalutare, mi sembra per distacco una delle move migliori da attuare.”

Il turn è un J che migliora sensibilmente il valore della mano di Luca:

“Qui c’è poco da dire: hitto top pair, check coerentemente con quanto fatto flop, e sulla bet 8.10€ del mio avversario non posso che check/callare nuovamente”.

Al river, però, accade quel che non t’aspetti. Luca checka per la terza volta e oppo betta 45€ su pot da 27€:

“Quando il mio avversario opta per quella size sul 10 al river, mi restano due scelte… visto che il call non mi piace per niente callare! Oppo potrebbe chiaramente avere straight e ogni tanto pure flush. E quindi potrei passare serenamente. Ma forte del mio blocker nuts, decido di check/raisare all-in! Tra me e lui non c’è un history infinita, quindi non credo possa pensare stia bluffando su una sua overbet con lui che ha investito oltre metà stack. Con metagame più spinto o history incisiva probabilmente sono più portato a check/foldare. In questa situazione precisa, il mio range è davvero fantastrong e non posso che avere nut flush! Come detto in precedenza, difatti, tante volte giocherei allo stesso modo sia flop che turn qualora avessi A e un’altra fiori accanto. Nei suoi panni probabilmente avrei foldato sia scala, sia, talvolta, addirittura colore. E visto che un pizzico ha tankato non escludo abbia passato una mano di assoluto valore!”

Wow: che braccio! Che voto dareste a questo check/raise all-in river su bet, bet, overbet oltre 1.5 pot sull’ultima street? Ditecelo su Facebook!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari