Monday, May. 27, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 21 Ott 2016

|

 

Thinking Process – ‘EagleSupport’ e una value bet sopraffina: “Info su oppo determinanti”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Thinking Process – ‘EagleSupport’ e una value bet sopraffina: “Info su oppo determinanti”

Area

Vuoi approfondire?

Facile double-uppare con gli assi?

Beh, andando all-in preflop avremo certamente le percentuali migliori, ma post flop non è detto sia così semplice estrarre maximum value con la miglior starting hand del Texas Hold’em. Tutt’altro.

In uno spot giocato pochi giorni fa ai tavoli ZOOM NL50 di PokerStars, “EagleSupport“, regular del livello che ha preferito restare anonimo, ha sfoderato una giocata a dir poco sopraffino, riuscendo a estrarre massimo valore con gli assi… su una texture a dir poco complessa!

Eccovi la mano in questione: apertura 1.50€ di un regular da mp (stack  63€), tribet di “EagleSupport” (stack 53€) da big blind a 5.50€, call di oppo.

Flop: K78. C-bet 5-75€ per “EagleSupport”, chiama oppo.

Turn: 10. Second barrell a 12.47€, ancora call per mp.

River: 9. All-in 30.20€ per “EagleSupport” e call/muck di oppo… con AK!

eag

Sentiamo dunque il mirabile thinking process di “EagleSupport”:

“Premetto che la mano è fatta su misura. Oppo è regular, ma piuttosto tight e straightforward. Contro un avversario capace di bilanciare i call down e i raising range non la posso fare perché ha molte più combo di set e di strong value river. Ma partiamo dall’inizio: quando flatta la mia tribet da mp può avere 7-7, 8-8+, A-Q+, broadway suited più qualche combo di connectors come T-Js, 9-Ts. Al flop decido di c-bettare per valore: quando chiama il suo range si restringe visto che non è solito floatare o restare in gioco con mani come AQ, AJ. Può dunque avere qualche K-x, 7-7, 8-8, 9-9, T-T, J-J, Q-Q e qualche combo di 9-Ts, e qualche volta J-Ts. Lo snodo cruciale della mano arriva dunque al turn. Decido di bettare su quel T perché pur essendo una scary so che ho del valore da estrarre. Avendo inoltre l’A in mano so che non shoverà mai con combo draw: proprio per questo sto sempre bet/foldando visto che il mio avversario è molto incline a rilanciare turn con mani come set o 2 pair. Quando flatta restano dunque mani come K-Js, T-Js e qualche 9-Ts. Al river scende un ulteriore scary e la mia mano ha perso quasi completamente valore. La scelta è dunque tra check/fold e shove 4 value, visto che lui non è un player che turna in bluff mid value e checkerebbe back tutti i K-Q, A-K. Essendoci però 12 combo di K-Q e 6 di A-K e appena 2 combo di 9-Ts, 3 di K-Js e 3 di J-Ts, contro le quali sarei perdente (aggiungiamoci anche le 6 combo di J-J, che però penso possa foldare qualche volta al turn), ho scelto di andare all-in depolarizzando il mio range e inducendolo al call con la mano peggiore!”

Wow! Che ve ne pare? Quanti di voi sarebbero riusciti a raddoppiare l’intero stack in questa mano? Quanti di voi sarebbero riusciti a determinare in maniera così ‘analitica’ il range avversario? Siate onesti… e ditecelo sulla nostra fanpage!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari