Tuesday, Oct. 22, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 19 Giu 2019

|

 

Ivey è tornato alle WSOP per fare il dealer?! Ecco cosa è successo al Deep Stack

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Ivey è tornato alle WSOP per fare il dealer?! Ecco cosa è successo al Deep Stack

Area

Vuoi approfondire?

Phil Ivey è tornato alle WSOP… per fare il dealer?

In un certo senso è così. Ivey si è dovuto in pratica sdoppiare nell’evento n° 37 del programma, il Deep Stack da 800 dollari di buy-in, per colpa di una dealer poco competente.

Ricostruiamo tutto dall’inizio… Avevamo dedicato già una settimana fa un approfondimento alle Series di Ivey che ora ha piazzato il suo primo ITM di questa estate chiudendo 64° nel Deep Stack e incassando 3.700 dollari di premio.

Poco prima di uscire è stato protagonista di una mano che è durata più del dovuto a causa di un errore della dealer. L’aneddoto è stato pubblicato online in forma anonima da uno dei giocatori ITM che erano presenti al tavolo.

Da alcuni indizi possiamo dirvi che dovrebbe trattarsi dell’americano Todd Clark, giocatore al suo primo ITM assoluto a Las Vegas. Clark tornerà dal Nevada con 7.909 dollari e un aneddoto gustoso su Ivey. Ecco cosa è successo a circa 70 left secondo Clark:

Il mio stack si è ridotto a 15 bui e spillo K-Q da grande buio. Il chip leader con uno stack di 60 bui apre da middle position. Stava aprendo wide. Io pusho, lui ci pensa e mi chiama con J-10 suited. Il mio torneo della vita è a rischio.

La dealer è una terribile dealer asiatica. Il flop recita J-10-6. Turn Q. River 6! Tiro un grosso sospiro di sollievo guardando il soffitto.

Nel frattempo la dealer (che non dovrebbe essere assegnata a un evento da braccialetto) pensa che io abbia perso il piatto. Mi prende le carte e le gira. Io la guardo.

Phil Ivey le afferra il polso e indica meQuindi Ivey mi ha salvato dall’essere eliminato per sbaglio. Altrimenti avremmo dovuto chiamare il floorman e riguardare le telecamere. Ha salvato la situazione“.

 

Ivey al Deep Stack WSOP (foto PokerNews)

 

Il racconto non è finito qua: “La dealer si agita e non riesce a contare le chips. Io me ne sto seduto mentre lei mi dà l’importo sbagliato. Ce ne siamo accorti tutti. Ha  sbagliato qualsiasi cosa. Considerando il momento, i suoi errori erano ingranditi.

Dopo il suo terzo tentativo, Ivey ha preso il controllo e le ha detto di fermarsi. Ha contato le mie chips e mi ha dato il giusto importo.

Mentre lo faceva, la dealer lo ha guardato e gli ha detto ‘Signore, si deve rilassare‘. Ivey le ha riservato uno sguardo glaciale e ad alta voce ha risposto ‘No, lei si deve rilassare‘.

Che gangster! Ivey mi ha coperto le spalle. Spot strano. Ivey è l’ultimo baller al 100% di tutti i tempi. L’ho ringraziato e alla fine ho chiuso 33° nel torneo.

Non so se avrà mai modo di incrociare Ivey di nuovo. L’aura di Ivey è reale. Tutti giocano in maniera terribile quando c’è lui. Sa cambiare marcia. Io non l’ho mai sfidato in un piatto. E va bene così. Ivey for president. Fine“.

Ci resta un grosso dubbio: ma la dealer sapeva di avere Ivey al tavolo o neanche lo conosceva? Secondo voi? Beh, in ogni caso avrà anche lei un aneddoto da raccontare a casa…

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari