Friday, Nov. 15, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 19 Giu 2019

|

 

Da think value ad auto-value bet: Daniel Negreanu analizza uno spot contro Ricky Guan al 50K WSOP!

Da think value ad auto-value bet: Daniel Negreanu analizza uno spot contro Ricky Guan al 50K WSOP!

Area

Vuoi approfondire?

Il poker si sa, è un gioco nel quale il confine tra l’essere un genio e risultare il fesso di turno è clamorosamente sottile.

Questo per via dell’incompletezza delle informazioni disponibli che, a seconda del momento, di ciò che ci suggerisce l’istinto o della nostra capacità di calcolare le variabili in tempi ristrettissimi, può indurci a fare una scelta piuttosto che un’altra.

Con questi presupposti andiamo ad analizzare uno spot giocato al WSOP High Roller da 50K, vinto dal britannico Ben Heath per 1.484.085$, che ha visto protagonisti Daniel Negreanu e Ricky Guan.

Galeotta fu quella value-bet

Negreanu, che punta al settimo braccialetto nell’evento Stud, ha dedicato qualche minuto al commento della mano in questione nel suo Vlog personale, specificando nel dettaglio le ragioni che l’hanno indotto a giocarla come segue.

Secondo le sue analisi infatti, la scala floppata poteva essere sufficiente ad estrapolare del valore al river, ma come vedremo successivamente l’intuizione si rivelerà tutt’altro che vincente.

La mano strada per strada

Situazione: Day1, 4° livello di gioco – blind 1.500/3.000, ante 3.000

Preflop: Guan apre da HJ a 7.000, Andrew Lichtenberger da azione dal CO e Negreanu si unisce alla festa completando da BB.

Flop: 9 Q 8 All check.

Turn: 6 Checka Negreanu, Guan betta 22.000, Licthenberger  passa e Daniel raisa a 50.000 trovando il call di Guan.

River: A Negreanu punta 65.000 e Guan utilizza un time bank per poi chiamare.

Scala!” esclama Daniel prima di mostrare J 10. Sfortunatamente per lui, Guan gira 9 8 per una doppia floppata che si trasforma in colore runner-runner.

Oh, che flop!” esclama Negreanu mentre vede le sue chip andare dalla parte opposta del tavolo.

L’analisi di Daniel Negreanu

Daniel, dopo aver raccontato le dinamiche pre e post flop, comincia il suo racconto a partire dal turn.

Turn: “Credo che questa texture possa hittare il range di qualcuno qui, intendo uno dei due avversari. Penso che uno dei due sia pronto a spararla quindi opto per il check.”

River:  “Sono un po’ preoccupato per il draw a quadri, che potrebbe avere. Ha checkato flop e bettato turn, può avere benissimo qualche combo draw. Ma siccome per terra c’è un Asso a quadri ciò diventa leggermente meno probabile.”

Negreanu prosegue nella spiegazione: “Molte delle mani con cui apre contengono un Asso, giusto? Quindi Assi suited…Ma non è questo il caso perché l’Asso di quadri è già sul board. Quindi di sicuro non ha un draw a quadri con A K.

Gli unici flush che gli posso legittimamente attribuire sono quelli al Kappa, per questa ragione devo includere nel suo range qualcosa come K 10. Tuttavia penso che con quella mano invece di checkare al flop avrebbe puntato, ragione per cui tendo ad escluderla. Di conseguenza penso ancora di avere la mano migliore e cerco di estrapolare qualcosa con una thin value.”

daniel-negreanu-wsop

Cornuto e mazziato: Guan ‘bragga’ su Twitter!

Come se non bastasse, Ricky Guan non si lascia sfuggire l’occasione per informare i suoi follower di averla combinata a un pezzo da novanta come Daniel Negreanu. Ecco il Tweet nel quale si diverte a ‘braggare’ l’accaduto, introdotto da un simpatico:  “Hey mamma, guarda che ho combinato!

Photo Credits: Pokernews

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari