Sunday, Oct. 20, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 20 Set 2019

|

 

È polemica a Las Vegas per un torneo con montepremi fisso! Polk boicotta il Venetian

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

È polemica a Las Vegas per un torneo con montepremi fisso! Polk boicotta il Venetian

Area

Che diavolo sta succedendo a Las Vegas?

Negli ultimi giorni in rete sono scoppiate feroci polemiche per un torneo low buy-in ideato dal Venetian e Doug Polk è arrivato perfino a diffondere un boicottaggio ai danni del famoso casinò.

Siete curiosi di saperne di più? Eccovi accontentati. In sintesi, dal 21 al 27 ottobre prossimi sono in programma al Venetian, appunto, le Lucky Shot Poker Series che mettono in palio 225.000 dollari di montepremi.

Cos’hanno di particolare questi tornei? Beh, almeno un paio di cosette… Prima di tutto fa rumore la formula del montepremi fisso, anche se non è una novità assoluta.

Che significa? Vuol dire semplicemente che ogni torneo ha un montepremi prestabilito che verrà distribuito indipendentemente dal numero di iscritti. In pratica è un garantito che però non salirà mai, neanche se dovessero arrivare orde impazzite di appassionati da tutto il mondo.

Rake infinita al Venetian?

Il torneo principale delle Lucky Shot Poker Series costa $250 e mette in palio per l’esattezza $150.000. Non un centesimo in più, non uno in meno. Pertanto è già stato stabilito il numero massimo di posti ITM: 81 per la precisione. La regola n° 9 sul sito del Venetian è chiara e dice: “Il 100% di tutti i fondi raccolti finiranno nel prize pool da $150.000. I fondi in eccesso diventeranno di proprietà della Poker Room“. Ecco il testo originale:

 

 

Sono sei i flight previsti tra lunedì 21 ottobre e sabato 26 ottobre. Jeff Boski su Twitter ha fatto qualche calcolo a riguardo. Con circa 600 entries il torneo andrebbe in pareggio. Con 750 entries il buy-in diventerebbe in pratica un 200+50 dove 50 è la rake. Con 900 entries si salirebbe al 33% di rake e con 1.200 entries si arriverebbe a un 50% di rake! Potenzialmente al Venetian potrebbe succedere di tutto: il casinò potrebbe perdere fino a 150.000 dollari ma anche guadagnare rake infinita

Il sorteggio della domenica

Non è finita qui. Domenica 27 ottobre alle 12:30 presso il Venetian 52.000 dollari verranno distribuiti a caso tra tutti coloro che hanno speso almeno 250 dollari di buy-in nelle Series dei giorni precedenti. Nel dettaglio, ogni 250 dollari spesi un giocatore avrà diritto a un ticket per l’estrazione domenicale.

Insomma, circa un quarto del montepremi delle Series verrà in pratica ridistribuito tra i giocatori più fedeli, senza che le skills pokeristiche abbiano alcun peso specifico. Uno scandalo per molti puristi… Un motivo in più che ha scatenato l’ira e l’ilarità della rete.

 

 

Il boicottaggio di Doug Polk

Non è ancora finita, perché dove c’è polemica c’è anche il noto youtuber Doug Polk. L’americano ha scritto mercoledì su Twitter: “Dobbiamo schierarci contro questi terribili format pokeristici che puntano a raccogliere più rake. L’evento del Venetian è una disgrazia. Se avete a cuore almeno un po’ il futuro del poker, non giocate questo evento. Che messaggio vogliamo mandare all’ecosistema del poker? Boicottate il Venetian“.

Ovviamente i commenti si sono sprecati. Qualcuno ci scherza su e dice che Polk vuole solo far iscrivere meno gente per approfittare di un overlay. Altri si sprecano in insulti a Sheldon Adelson e al suo casinò. Qualcuno invece non ci vede alcun problema.

Di certo sarà il pubblico a decidere se questa particolare formula avrà successo o meno. E a questo punto siamo davvero molto curiosi di capire quanti pokeristi si presenteranno alle casse del Venetian il mese prossimo. Vi terremo aggiornati… Voi che fareste se foste di passaggio a Vegas?

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari