Saturday, Dec. 7, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 20 Nov 2019

|

 

Show di Trevisani al Perla: chiama e vince con K alta al final table contro Angelini

Show di Trevisani al Perla: chiama e vince con K alta al final table contro Angelini

Area

Vuoi approfondire?

I suoi amici gli hanno regalato il buy-in del Main Event in occasione del suo 40° compleanno.

Lui li ha ripagati dando spettacolo al Perla di Nova Gorica e chiudendo con un ottimo 3° posto in mezzo a 873 entries. La storia sarebbe già bella e meritevole di essere raccontata con questi pochi dettagli.

Diventa ancor più interessante se il protagonista si chiama Riccardo Trevisani. Tutti conoscono la passione per il calcio e il fantacalcio di Trevisani. Non è da meno quella per il poker.

Ne abbiamo avuto l’ennesima conferma durante la quinta e ultima tappa stagionale del V-Poker Challenge, torneo appena terminato in Slovenia con oltre 240.000 euro distribuiti in premi.

Trevisani è stato uno dei mattatori del Main sloveno, soprattutto nel Final Day. Nella giornata del lunedì, tra le altre cose, ha anche fatto fuori in flip Marco Bognanni, suo amico e mentore pokeristico: 10-10 non ha retto contro A-J allo showdown.

Trevisani si è dunque presentato al final table dove ha sbalordito tutti in una mano vinta nella sofferta fase a quattro left contro il romagnolo Nicola Angelini. Riassumiamo l’action…

Bui 125/250k. Il più corto al tavolo è il croato Mirko Tolj, seduto UTG con 4,6 mln. Ci sono poi gli italiani Angelini (con 24 mln), Giacchetto (13 mln) e Trevisani (10 mln). I premi in palio sono i seguenti: 16.000, 22.000, 31.000 e 50.0000 euro.

Un aggressivo Angelini  apre a 600k con J8 da BTN. Trevisani 3-betta fino a 1,7 mln da BB con K10. Angelini chiama in posizione.

Il flop recita 662. L’action rallenta. Check to check.

Turn: 3. Trevisani checka, Angelini fa una piccola puntata di 250k (appena un buio) e Trevisani chiama.

River: 7. Trevisani checka ancora, Angelini spara 4,6 mln! Trevisani ci pensa a lungo e azzecca il call, scatenando i commentatori. I due giocatori dopo questo spot vanno in pausa con 17 milioni a testa nei rispettivi stack.

 

Tolj e Angelini al final table di Nova Gorica

 

Per la cronaca, vincerà a sorpresa lo straniero Tolj grazie a una serie di incroci pazzeschi. Trevisani chiuderà terzo e Angelini secondo.

Ma noi torniamo su quello spot spettacolare attraverso i commenti dei protagonisti e non solo. Partiamo dalle parole del coach Bognanni: “Angelini qui ha sbagliato. Non puoi dare a uno come Trevisani la possibilità di fare un hero call al river. Devi cominciare prima a puntare forte se vuoi farlo foldare“.

Angelini è parzialmente d’accordo, col senno di poi: “Pensavo che Trevisani avesse l’Asso, invece mi ha 3bettato light. Ci può stare ma pensavo che K-10 lo difendesse e basta.

Sapevo che poi tendeva a bluff-catchare, soprattutto su quel board lì. C’erano poche carte che potevo hittare con il mio range. Però allo stesso tempo avrei fatto quella move lì con qualunque cosa avessi io di valore. Con un 6 o un 2 o un 3 o un 7 potevo fare overpot. 

A fine mano ci ho ripensato. Ho fatto overpot, invece dovevo fare tipo 1 mln, 1/3 o 1/4 pot. Una fake value bet. Non avendo valore non dovevo farlo, dovevo fare l’altra size. Subito a fine mano ho capito di aver sbagliato. Comunque il call di Trevisani è stato rischioso perché potevo avere K-J o K-Q o A-x“.

Chiudiamo con il commento di un gasatissimo Trevisani che spiega così la propria decisione al river: “Call figlio dell’avversario. E della size. E della voglia di farlo da tutta la vita“. VGG.

 

Che voto diamo a questa mano?

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari