The Baccarat Machine: il nuovo film sulle vicende di Phil Ivey e Cheung Sun | Italiapokerclub

Wednesday, Apr. 1, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 19 Feb 2020

|

 

The Baccarat Machine: il nuovo film sulle vicende di Phil Ivey e Cheung Sun

The Baccarat Machine: il nuovo film sulle vicende di Phil Ivey e Cheung Sun

Area

Il mondo del cinema non è certo nuovo nel rappresentare personaggi e storie del mondo del poker. Da sceneggiature originali come quella dell’ormai mitico “Rounders” fino a episodi di cronaca come in “Molly’s Game“. Il lungometraggio che sta per essere messo in produzione ora, appartiene proprio a questa seconda categoria e mette in scena una storia che ha fatto davvero scalpore negli anni passati e coinvolto uno dei giocatori più conosciuti al mondo: Phil Ivey.

Lo scandalo di Phil Ivey al Crockfords e al Borgata

Pur riguardando uno dei giocatori di poker più famosi del mondo, il motivo del contendere della storia però riguarda un altro gioco di carte da casinò, il baccarat.

La storia in breve è che Phil Ivey e una donna cinese che lo accompagnava in queste uscite (Cheung Yin Sun), erano riusciti a riconoscere alcune imperfezioni nel retro dei mazzi di carte utilizzati ottenendo così un vantaggio sul banco (il così detto “edge sorting“) che gli fruttarono cifre da capogiro soprattutto in due casinò: prima al Crockfords di Londra e poi al Borgata di Atlantic City.

Nel primo caso lo stesso casinò si rifiutò di pagare i soldi, mentre nell’altro entrarono in un lungo contenzioso per farsi poi restituire il denaro (nell’ordine di una decina di milioni di dollari).

Una vicenda dai contorni tutt’altro che definiti e che si porta dietro oltre a strascichi giudiziari con azioni legali  combattute da ambo le parti (Ivey dal canto suo riteneva legittimo sfruttare gli “errori” del banco per riuscire a vincere), anche una certa dose di mistero che probabilmente ha stimolato la fantasia di alcuni produttori che stanno ora cercando di trarne un film.

Il film sulla storia: “The Baccarat Machine”

Detto che sono molti i rumors su eventuali film che poi non vedono mai la luce (basti pensare appunto alla chimera del seguito di Rounders 2 che ancora tutti attendiamo), in questo caso siamo però ben oltre le voci di corridoio.

Abbiamo già un titolo per il film, “The Baccarat Machine”, che riprende in effetti un articolo scritto da Michael Kaplan che descrive appunto le vicende di Ivey e soprattutto il ruolo di Sun nella vicenda (ricordando tra l’altro altre esperienze simili della donna in precedenza).

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

C’è, e forse è la parte più importante, un finanziatore come la Sharp Independent Pictures che si dovrebbe occupare dei costi di produzione. Ma sono già definite anche figure chiave come Andy Bellin (già noto in ambito poker per aver sceneggiato una serie di video per Phil Hellmuth) scelto scrivere la sceneggiatura (basandosi proprio sull’articolo di Kaplan).

E abbiamo anche un volto per chi interpreterà la parte di Cheung Sun: si tratta della nota rapper e attrice americana Awkwafina. Un volto in grande ascesa e molto conosciuto oltreoceano, e che anche da queste parti abbiamo già potuto vedere in film come “Ocean’s 8” (a proposito di truffe…) e “Jumanji 2”.

 

Insomma che il film si farà sembra ormai una certezza. Resta solo da vedere chi interpreterà il ruolo di Phil Ivey nella pellicola e quando la potremo vedere sul grande schermo. Oltre alla curiosità nel sapere se sarà incentrato sul gioco d’azzardo e le sue strategie vere e proprie, o più sui personaggi (vedi proprio “Molly’s Game”) e magari le successive vicende legali.

In tutti i casi, lo attendiamo fiduciosi. E probabilmente anche Phil.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari