Tuesday, Dec. 1, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 4 Set 2020

|

 

WSOP 2020: Nicolò Molinelli shippa il bracciale nel Bounty 6-Max

WSOP 2020: Nicolò Molinelli shippa il bracciale nel Bounty 6-Max

Area

Vuoi approfondire?

Secondo bracciale italiano in questa edizione online delle WSOP 2020. Dopo Enrico Camosci, spetta a Nicolò Molinelli iscrivere il suo nome nell’albo d’oro della manifestazione. L’azzurro ha appena vinto l’evento#81, il “$1.050 Bounty 6-Max” e superando la concorrenza di 1.924 rivali. Una maratona incredibile e conclusa con la straordinaria vittoria.

Con il nick “Paquitooo“, il player italiano si assicura oltre all’ambito bracciale, anche una prima moneta da 243.414 dollari, di cui 144.199$ per la vittoria del torneo e quasi altri 100 mila bigliettoni sotto forma di taglie. Una prestazione eccezionale quindi.

L’ultimo ad arrendersi allo strapotere di Molinelli è stato Kyle “Eskimo Bro” Menard che si consola con 128 mila dollari, fra piazzamento e bounty. Da segnalare poi la 17° piazza raggiunta da Tommaso Briotti.

La carica dei 1925

Grande affluenza per l’evento#81 delle WSOP 2020 che ha visto la partecipazione di 1.925 players. Determinato un montepremi complessivo di 1.925.000 dollari, da spartire in 278 posizioni “In the Money”. Se il cash minimo corrisponde a 1.184$, tutti gli occhi sono puntati sulla prima moneta da 144 mila bigliettoni e le relative taglie.

Tanti i volti noti che ci hanno provato e fra questi si arrendono nelle battute finali i vari Sergi Reixach (24°), Arkadiusz “Pleskooter” Pleskot (22°), Daniel “iStayOn5” Colpoys (19°), Alexandre “SexyBaldGuy” Mantovani (18°) e infine c’è il capolinea anche per Tommaso Briotti. Il player romano con il nick “Not_todayBRO” esce al 17° posto e si consola con 5.842 dollari, al termine dell’ennesima deep run in carriera.

La discesa al bracciale

Il torneo prosegue spedito e non c’è alcun appello per chi alza bandiera bianca. Pavel “EzzzGame” Plesuv saluta la compagnia in ottava piazza con 5-5 vs A-K di Lucas “rustyhusky” Hafner e ha inizio l’unofficial final table a sette players. Nicolò Molinelli si presenta da super chipleader con 14.4 milioni, quando il più vicino dei rivali ha dalla sua 9 milioni.

Il più pericoloso degli avversari è senza dubbio Sami Kelopuro, il quale però deve fare conti con uno stack non troppo grande a quota 4 milioni. Itai “PokerSmart” Drory abbandona la corsa in settima piazza, quando la sua coppia di otto è superato da Q-10 dell’azzurro che hitta la dama. Sami Kelopuro intanto regala un sussulto con A-Q vs J-J di Aleksandr “Srinavasan” Grishchuk: doppia coppia al flop per lo scandivano e il rivale esce in sesta piazza.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

E’ il canto del cigno per Sami che poco dopo finisce ai resti con K-K vs A-Q di Kyle “Eskimo Bro” Menard. Il futuro runner up chiude colore all’asso e restano in quattro a giocarsi il titolo. Niente podio nemmeno per Longyun “Mr Li” Li che ci prova con K-6 e viene silurato da A-10 di Kyle “Eskimo Bro” Menard.

L’acuto di Nicolò Molinelli

A tre left la situazione è molto chiara. Menard e l’austriaco Hafner si dividono la testa del count con 17 milioni a testa, mentre l’azzurro si tiene in scia con 13 milioni di pezzi. Nicolò non si fa prendere da paure o ansie, piazzando il doppio sorpasso nel count poco dopo.

Al terzo posto paga per tutti per Lukas “rustyhusky” Hafner che da short prova il push con K-4 e sbatte sugli assi di Nicolò. Si passa quindi al duello finale, con l’italiano che comanda nel count con 25.3 milioni e il canadese che insegue a quota 22 milioni.

Esce un duello molto serrato e combattuto, con “Paquitooo” che prova un primo allungo, per poi subire il ritorno di Menard. Per quest’ultimo però si tratta solo di un fuoco di paglia e crollato nuovamente sotto i 10 milioni, si avvia verso la sconfitta.

I titoli di coda si manifestano quando Kyle “Eskimo Bro” Menard pusha con A-Q e Nicolò Molinelli chiama con K-8. Un king al flop determina la vittoria dell’azzurro che per la prima volta in carriera conquista il bracciale WSOP, assieme ad un assegno da 243.414 dollari.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari