Sunday, Oct. 17, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 16 Lug 2021

|

 

Dan Bilzerian, da broke a milionario solo con il poker? Ecco la sua versione originale

Dan Bilzerian, da broke a milionario solo con il poker? Ecco la sua versione originale

Area

Poker o eredità? È da quando il faccione barbuto di Dan Bilzerian è diventato famoso che tutto il pubblico che lo segue si fa questa domanda.

È di pubblico dominio che Dan abbia ereditato dal ricco padre svariati milioni di dollari, ma dal canto suo Dan si è sempre professato un self-made man, che ha restituito quella somma alla sua famiglia, nello specifico al fratello. Chiunque può avere un’opinione al riguardo, ma nessuno può averne prove tangibili.

Di recente Dan Bilzerian ha aperto le porte della sua lussuosissima casa all’intervistatrice del canale YouTube di GG Poker, che ha puntato subito al nocciolo della questione.

L’intervista a Dan Bilzerian: come hai fatto i soldi?

Nel più classico stile Bilzeriano, l’ingresso in scena della telecamera lascia a bocca spalancata.

Un’enorme villa con piscina (e chi avrebbe pensato altrimenti?) una sala con un tavolo da poker, un intera stanza su due piani con tappeti elastici, materassi e pareti da arrampicata, spazio per allenarsi a baseball e golf, sala giochi con PlayStation, quattro schermi e 12 controller, due flipper e una scacchiera personalizzata dove il re è, ovviamente, Dan.

E non parliamo nemmeno del parco macchine né della tartaruga centenaria in giardino.

Parliamo piuttosto dell’intervista, che comincia molto aggro con la domanda: “Hai davvero ottenuto tutto questo con il poker?”

Dan Bilzerian: “È stata una partenza, ma ho fatto un po’ di soldi con i Bitcoin, un po’ stakando altri poker player. Ho fatto soldi vincendo freeroll su alcune piattaforme di gambling. Ho guadagnato soldi in molti modi diversi, ma l’inizio di tutto è stato il poker. Sono passato da essere broke a multimilionario soltanto con il poker.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

È doveroso inserire però una vecchia dichiarazione dell’amico Bill Perkins, che pur confermando che Dan abbia vinto moltissimo a poker, smentisce il fatto che il suo patrimonio sia nato da lì “Se ha detto di aver fatto i suoi soldi giocando a poker, ha mentito. Conosco Dan da tanto tempo e so benissimo che non è così. Lo sa anche lui”

Meglio di Doug Polk perché vinco di più

Doug Polk ha recentemente analizzato il gioco di Dan Bilzerian, decretando in soldoni che è un fish. Provocato su questo, Bilzerian risponde:

“È sempre andato a mio vantaggio che la gente pensasse che sono uno stupido ereditiero. Mi va bene, mi ci sono fatto tonnellate di soldi. Più Doug Polk parla di quanto sono scarso, più partite troverò, ho costruito la mia carriera su questo. Alla fine dei giochi il tuo punteggio nel poker è il tuo conto in banca, quindi sono molto meglio di Doug Polk, ho vinto molti più soldi di lui. Che torni a masturbarsi con i solver.”

I solver sono una palla al balzo per l’intervistatrice, che chiede a Dan se si ritenga ancora un giocatore competitivo.

“Definiamo competere: posso giocare contro i top player e vincere? No. Ma non è quello che provo a fare. Sì, sono più sveglio di molti di loro, potrei farcela se volessi probabilmente, ma non penso che ci sia questa grande edge nel guadagnare piccole vincite online. Giochi contro un gruppo di pro che non ti affrontano se non pensano di avere edge, e se riesci a diventare migliore di loro, loro non giocano più contro di te. Quindi qual è il punto?”

Dan Bilzerian non sarà il miglior giocatore al mondo, ma finché gioca contro avversari più scarsi di lui… ne è un esempio il tavolo dei suoi sogni:

“Il tavolo che vorrei? Un branco di scemi che non sanno cosa batte cosa. Mi è successo una volta al Bellagio, credo nel 2008. Ho vinto un piatto da mezzo milione di dollari nella Bobby’s Room. Il floorman è andato al gift shop a comprare una carta con il ranking delle mani di poker, così il tizio ha potuto sapere che il mio full ha battuto il suo colore. Questo è quello che mi manca del poker, questa gente. Ne abbiamo bisogno.” 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari