Friday, Sep. 24, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 1 Ago 2021

|

 

Come sarebbero le WSOP senza giocatori europei?

Come sarebbero le WSOP senza giocatori europei?

Area

Vuoi approfondire?

L’assenza di un “via libera” da parte del governo americano per l’ingresso negli USA sta cominciando a sollevare qualche preoccupazione dai giocatori europei che stanno sognando le WSOP di Las Vegas.

Gli Stati Uniti infatti non hanno ancora abbassato il blocco per i viaggiatori di questa parte dell’oceano, preoccupati, ora, per la variante Delta. Questo ban prosegue indefesso da 18 mesi ormai, e per quanto il piano vaccinale di Joe Biden sembrasse indirizzare verso una ripresa per tempo, lo stesso presidente sta – per ora – mantenendo la politica di chiusura voluta da Trump.

È un problema che riguarda anche altri paesi extra-UE, inclusi i confinanti Canada e Messico, da cui è possibile entrare negli Stati Uniti solo per motivi essenziali, anche se potrebbe essere prossima una riapertura.

Brutte notizie per l’organizzazione delle World Series Of Poker, che avevano ipotizzato numeri da record anche grazie alle presenze che storicamente provengono da tutto il mondo.

Andiamo a vedere come potrebbero cambiare i numeri e le previsioni per queste WSOP 2021 se – augurandoci fino alla fine il contrario – i giocatori non americani non potessero partecipare.

WSOP senza europei: come sarebbero?

È scontato che la percentuale di statunitensi sia decisamente la più abbondante, con una media grosso modo del 73% dei giocatori. Storicamente è il Canada in seconda posizione per numero di partecipanti, seguito a ruota dal Regno Unito.

I giocatori provenienti dall’Europa (e comprendiamo ai fini di questo articolo anche l’Inghilterra) ammontano in media al 14,7% del totale, ma è da notare come anno dopo anno questo valore sia lentamente incrementato.

Anche il numero di partecipanti totali era in costante aumento, con una “streak” di quattro anni dove il field del Main Event è aumentato sempre dal 5% al 9%. Unendo questo alle rosee prospettive di record di cui ci è giunta voce, faremo una previsione ottimistica, seguita da una un po’ più modesta.

Main Event da record: 8.780 entries

Questa ipotesi infrange di poco il record del 2006. Ipotizzando l’assenza di un 15,3% di player europei, il field potrebbe crollare a 7.437, un numero che non sfigura (sarebbe comunque il quarto Main più ricco della storia), ma il montepremi perderebbe oltre 12 milioni e mezzo di dollari!

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Peggiori notizie ancora per le World Series se anche i cittadini del resto del mondo, come Canada, Australia e Cina, non potessero partecipare: il numero di partecipanti arriverebbe a circa 6.200 entries, il numero più basso degli ultimi quindici anni, e il montepremi passerebbe da 82 milioni e mezzo a “soli” 58,3!

Mantenendo le stesse proporzioni, potrebbe costare caro in tornei come il “The Reunion” da $5.000.000 garantiti, che sperava in un’affluenza superiore a 10.000 persone. Trovarsi con il 30% di giocatori in meno sarebbe una spesa salata, soprattutto se lo stesso venisse applicato a tutti gli altri tornei…

Main Event in calo: 8.000 entries

È onestamente difficile pensare a un crollo di oltre 500 persone rispetto al 2019, ma la situazione in cui il mondo si trova lascia poco spazio alla statistica.

8.000 giocatori genererebbero un montepremi di $75.200.000, e se gli europei non potessero presentarsi il field cadrebbe a 6.776 con un prizepool ridotto di 11 milioni e mezzo.

Se le World Series Of Poker si disputassero esclusivamente tra cittadini statunitensi, il destino del Main Event sarebbe di ospitare 5.680 giocatori e il montepremi totale cadrebbe a 53.392.000 dollari.

Per prospettive ancora peggiori potete solo immaginare. Non resta che augurarsi che la situazione di pandemia molli la presa il prima possibile e che gli Stati Uniti aprano le frontiere per tempo.

I dati utilizzati

Le uniche informazioni che siamo riusciti a trovare riguardano esclusivamente i Main Event, e non considerano la percentuale di affluenza di giocatori non-USA negli altri tornei WSOP.

Main Event 2019:

  • Partecipanti totali: 8.569 (+8,83% anno precedente)
  • Paesi di provenienza: 87
  • Giocatori USA: 6.110 (71,3% del totale)
  • Giocatori europei: 1.298 (15,1% del totale)

Main Event 2018:

  • Partecipanti totali: 7.874 (+9,04%)
  • Paesi di provenienza: 88
  • Giocatori USA: 5.758 (73,12%)
  • Giocatori europei: N/A

Main Event 2017:

  • Partecipanti totali: 7.221 (+7,18%)
  • Paesi di provenienza: 83
  • Giocatori USA: 5.218 (72,3%)
  • Giocatori europei: 1.078 (14,9%)

Main Event 2016:

  • Partecipanti totali: 6.737 (+4,94%)
  • Paesi di provenienza: 79
  • Giocatori USA: 4.974 (73,8%)
  • Giocatori europei: 968 (14,4%)

Main Event 2015

  • Partecipanti totali: 6.420 (-3,94%)
  • Paesi di provenienza: 80
  • Giocatori USA: 4.778 (74,4%)
  • Giocatori europei: 924 (14,4%)

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari