Thursday, Dec. 2, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 22 Nov 2021

|

 

WSOP 2021: Negreanu, 2021 stregato. Due terzi posti in due giorni

WSOP 2021: Negreanu, 2021 stregato. Due terzi posti in due giorni

Area

Vuoi approfondire?

Vero, mancano ancora una manciata di eventi e (da tifosi) speriamo nel colpo di coda finale, ma le World Series of Poker 2021, fino a questo momento, sono state un vero e proprio incubo per il simpaticissimo Daniel Negreanu.

Essendo uno dei pochi giocatori al mondo che si può permettere il privilegio di giocare tutti i tornei che vuole, senza la minima preoccupazione di bankroll, ecco che l’obiettivo principale – per un pluricampione del genere – diventa automaticamente la conquista di un braccialetto, più che il risultato finanziario.

E dopo una prima parte di WSOP in sordina, DNeg sembrava poter finire in crescendo, ma due terzi posti in 24 ore hanno confermato che il 2021 non sembra (finora) essere stato dalla sua parte.

Due terzi posti, dicevamo: terzo all’High Roller Omaha e terzo all’High Roller Hold’em.

Il podio dietro Hellmuth e Ausmus

Nella giornata di sabato, Negreanu era andato fino in fondo all’evento 84, il 50.000$ Pot Limit Omaha High Roller,  nel computo di un field composto da 85 giocatori uno più tosto dell’altro: Josh Arieh, Scott Seiver, Shaun DeebBen Lamb erano solo alcuni dei contendenti sedutisi a competere per il braccialetto.

Ma lo scenario riservato dal fato ha avuto del mitico: degli ultimi tre giocatori rimasti, due erano in assoluto i più noti di Las Vegas. Daniel Negreanu, appunto, e Phil Hellmuth, il sedici volte campione del mondo. A completare il trittico, il meno conosciuto Jeremy Ausmus.

I tre si sono scambiati un numero impressionante di chipleading e di situazioni di shortstack. Lo stesso Negreanu è andato più volte vicino a vincere il torneo e più volte vicino ad uscire. Alcune mani, peraltro, resteranno a lungo nella memoria, come quella che ad un certo punto l’ha visto fare un fold clamoroso contro Hellmuth: Negreanu, infatti, aveva K 6 4 3 e al turn il board recitava A 2 6 5 , per una scala nuts. Pot gigantesco, che si è ancora più ingrossato al river 7, quando Hellmuth è andato in all-in. Dopo molti minuti, Negreanu ha foldato, senza sapere se questo herofold fosse corretto.

O ancora, sempre contro Hellmuth, in un altro all-in preflop che ricorderemo:

Hellmuth Q 10 9 6

Negreanu A K 4 3

Col board 6 10 5 7  buono per Negreanu sino al turn, ma col 10 river che consegna un full ad Hellmuth. In questo caso, poi, abbiamo pure assistito ad uno dei (rari) sfoghi di Negreanu, che ha nervosamente lanciato la sedia per la bad-beat subita.

DNeg, infine, è uscito proprio contro Hellmuth, col “Poker Brat” incapace però di superare Ausmus, che nel più classico dei “tra i due litiganti il terzo gode” ha portato a casa l’insperato braccialetto.

Il podio nell’Hold’em

Dopo il risultato nell’Omaha, quantomeno Negreanu (per sua stessa ammissione) ha detto di aver dominato il tavolo e di essere stato nettamente il più forte. Avvalendosi di questa convinzione, si è ripresentato solo 8 ore dopo il terzo posto appena conquistato ai nastri di partenza del Day 2 dell’  Evento #85, il $50,000 High Roller. Si, perchè da quest’anno – come sappiamo – in queste WSOP si può entrare sino all’inizio del Day 2. Pertanto, il pro canadese si è iscritto al torneo, seppur con soli dieci BB di partenza.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Confermando lo stato di forma del giorno precedente, Negreanu ha trovato subito il raddoppio ai danni dell’austriaco Mosbock , per poi trovare un altro double up poco dopo ai danni di Ren Lin. Dopo qualche ora di alti e bassi, in cui DNeg era tornato a 12 BB,  pure Ole Schemion ha perso un colpo contro di lui, raddoppiandolo. Infine, è stato poi uno scontro poderoso con Shaun Deeb a far involare Negreanu verso il Final Table.

C’è stato un momento, al tavolo finale, in cui tutti hanno creduto che per il sei volte braccialettato fosse la volta buona: si è trovato infatti in un pot molto grande con Jason Koon, in cui il board al turn recitava Q J 3 9, in cui i due sono andati in all-in. Allo showdown la situazione era:

Koon K 10

Negreanu 9 9

Ma il river Q lanciava il canadese in pole position per vincere l’evento, a 6,3 milioni a bui 80.000-160.000.

Tuttavia, gli Dei del poker avevano deciso che non era nemmeno questo l’evento giusto per Negreanu, perchè il futuro vincitore Badziakouski prima ha azzoppato il rivale con un colore contro doppia coppia, poi – con Negreanu rimasto corto – i due sono andati ai resti una volta rimasti in tre, con questo showdown:

Negreanu J 5

Badziakouski A 6

Un 5 al flop sembrava sorridere a Negreanu, ma l’A lo spediva a casa col secondo bronzo nel giro di due giorni, quest’ultimo valido per 661 mila dollari.

Certo, i più pragmatici potrebbero dire che Daniel ha vinto in un giorno oltre un milione di dollari, andando a fissare in attivo il suo saldo alle WSOP (che fino a questo momento era in grande passivo). Ma siamo certi che per “KidPoker” questi due podi ravvicinati hanno il sapore della beffa.

Mancano solo due o tre tornei alla fine delle WSOP: ce la farà DNeg a vincere? Noi ci speriamo.

Photo Courtesy of Pokernews

WSOP 2021 - LA GUIDA COMPLETA

Vuoi scoprire tutti i segreti delle WSOP 2021?

In questa guida gratuita troverai:
  • Il calendario dei tornei
  • Curiosità sui partecipanti e sui tornei del 2021
  • Tanti consigli pokeristici per affrontare al meglio i tornei multitavolo
  • I migliori casinò di Las Vegas scelti per te
Lascia la tua email qua sotto e riceverai immediatamente il link per visualizzare la guida alle WSOP 2021!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari