Friday, Jul. 30, 2021

Storie

Scritto da:

|

il 23 Feb 2012

|

 

Doyle Brunson difende Howard Lederer e Chris Ferguson: “La colpa è di Bitar”

Doyle Brunson difende Howard Lederer e Chris Ferguson: “La colpa è di Bitar”

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

Chris Ferguson e Howard Lederer trovano un avvocato speciale dalla loro parte: Doyle Brunson.

Nel suo ultimo intervento sul suo blog, “Texas Dolly” ripercorre le tappe fondamentali di Full Tilt Poker dalla sua crescita esponenziale fino alla drastica chiusura causata dal Black Friday del poker online che ha sconvolto gli USA.

Nel corso della sua “arringa”, Brunson afferma di aver conosciuto dettagliatamente il funzionamento interno di Full Tilt Poker, riconoscendo in Bitar l’unico colpevole di questa situazione: “Il sito, sotto la direzione Bitar è cresciuto enormemente ed ha iniziato a pagare i dividendi agli azionisti con grosse cifre.

Agendo in questo modo gli ha messo nei guai facendo credere che tutto continuava ad andare per il verso giusto. Infatti sembrava che tutto funzionasse al meglio, ma poi è arrivato il black Friday ed è venuto tutto a galla con il dipartimento di giustizia che sta indagando”.

E’ come un fiume in piena Brunson e la sua attenzione si sposta poi verso Howard Lederer e Chris Ferguson: “Sembra che tutti stiano colpevolizzando solo Bitar, Ferguson e Lederer. E’ giusto ricordare che Ferguson riponeva molta fiducia nel suo amico Bitar facendolo nominare Amministratore Delegato.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Inoltre tutti sono convinti che Howard Lederer è tra i maggiori responsabili della chiusura di FT, ma la gente deve sapere che lui ha lasciato la guida della poker room due o tre anni prima dello scandalo.”

Poi continua nella sua difesa: “Ultimamente ho sentito Lederer. Quando una persona che stimi da tanto tempo, ti guarda negli occhi e ti dice di non saperne nulla, non puoi fare altro che credergli. Ci sono almeno altri 4 azionisti più importanti di Lederer, che fine hanno fatto?”

Infine Brunson conclude affermando di non avere rancore verso Lederer e Ferguson e spera che loro non vengano emarginati dal mondo del poker professionistico, criticando in questo modo il comportamento di Daniel Negreanu.

Sembra non trovare fine lo scandalo che ha colpito Full Tilt Poker!

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari