Monday, Dec. 16, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 25 Set 2014

|

 

Alfio ‘aLFioSn0b’ Battisti, Re degli heads up sit’n’go: “Studiate gli hyperturbo, la disciplina del futuro!”

Alfio ‘aLFioSn0b’ Battisti, Re degli heads up sit’n’go: “Studiate gli hyperturbo, la disciplina del futuro!”

Area

Vuoi approfondire?

Se su PokerStars.com a dominare gli heads up sit’n’go ci pensa Daniel Colman, in Italia la disciplina è completamente nelle mani di Alfio ‘aLFioSn0b’ Battisti, ex professionista della room della picca rossa, che sta dominando i testa a testa macinando volumi di gioco davvero impressionanti.

Ecco quello che ha ‘combinato’ nell’ultima settimana:

1

 

Il giocatore originario di Latina, ora residente a Como, in questo 2014 sta veramente distruggendo gli avversari, dimostrando di grindare per ottenere profit e non solo quella rakeback che, comunque, rappresenta una cospicua fonte di entrate.

Lo abbiamo ‘disturbato’ nel bel mezzo di una sessione serale e Alfio, tra una mano e l’altra, ci ha così spiegato come sta riuscendo a ottenere risultati tanto soddisfacenti.

“Sul punto it, certo, si possono ancora fare soldi, ci mancherebbe. E’ necessario però grindare tanto, dunque è fondamentale essere innamorati di questo gioco e cercare continuamente nuovi stimoli”.

Uno come lui, come ha già fatto in passato prima dell’avvento del ‘punto it’, non avrebbe problemi a ‘stampare’ soldi anche sui siti esteri e non è detto che ciò non avvenga in futuro, infatti Battisti è piuttosto stuzzicato da questa possibilità.

“Ogni giorno mi chiedo se sia meglio rimanere qui o trasferirmi all’estero. Adesso però, forse, è giunto il momento di tornare a giocare sul punto com, come ho fatto fino al 2009. L’obiettivo è confermare lo status di Supernova Elite su PokerStars.it e poi andare via, anche se non ho ancora scelto la destinazione. Voglio pensarci ancora per due/tre mesi…”.

Per un giocatore di alto livello, spesso, è difficile trovare stimoli per grindare come si deve in Italia e anche Alfio non è immune a questo rischio professionale.

“Le motivazioni, come per tutti, non ci sono sempre. Per due o tre mesi, infatti, ho giocato poco o niente. Questo lieve ‘burnout’, comunque, mi capita ogni anno, quindi sono abituato. E’ in questo periodo, però, che riesco a recuperare quello che non ho fatto a inizio anno. Attualmente gioco otto tavoli contemporaneamente, dei quali la maggior parte sono heads up hyper-turbo, soprattutto perché partono piuttosto velocemente anche grazie al buy-in più basso”.

Gli hyper-turbo, dunque, come sta succedendo su PokerStars.com, pare stiano surclassando gli ‘obsoleti’ turbo, per questo Battisti consiglia di approfondire lo studio riguardo i primi.

“Direi di lasciar perdere lo studio dei turbo e di concentrarsi soprattutto sugli hyper-turbo. Questi heads up, infatti, sono la disciplina del presente e saranno quella del futuro. Anche qui, comunque, è fondamentale sapersi adattare all’avversario nel minor tempo possibile…”.

 

Che dite, vi piacerebbe avere un grafico Sharkscope così?

alfio

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari