Friday, Dec. 6, 2019

Poker Online

Scritto da:

|

il 20 Dic 2013

|

 

Alfio ‘Alfiosn0b’ Battisti di nuovo SNE: ‘Nel 2014 voglio fare due milioni di vpp…’

Alfio ‘Alfiosn0b’ Battisti di nuovo SNE: ‘Nel 2014 voglio fare due milioni di vpp…’

Area

Vuoi approfondire?

E’ ormai passato un po’ di tempo dal giorno in cui ad Alfio ‘Alfiosnob’ Battisti è stata tolta la picca rossa che distingue i membri del team pro dal resto del field (sopra in una vecchia foto). Quel segno di riconoscimento è, non solo in Italia ma anche nel mondo, un obiettivo che ogni professionista del poker punta a raggiungere: dà visibilità e rappresenta la poker room più importante del panorama italiano, nonostante, chiaramente, il rivestire quel ruolo comporti una pressione abbastanza alta.

Conclusa in modo ‘brusco’ l’avventura da sponsorizzato di Pokerstars, Alfio Battisti ha girato pokeristicamente pagina nel 2012, grindando, un po’ nell’ombra, su altri siti. Quest’anno, invece, è tornato ‘a casa’ e l’altroieri ha raggiunto lo status di Supernova Elite.

IPC: Ciao Alfio e complimenti! Qual è stata, in questo 2013, la specialità che hai giocato di più per arrivare a SNE?

A.B.: Sicuramente gli heads up sit’n’go che sono il mio main game, oltre, naturalmente, al cash game.

IPC: Hai ottenuto profit o il mass grinding ti ha fatto puntare tutto sulla rakeback?

A.B.: Questo 2013 è stato un anno davvero strano. Ho iniziato con un handicap negli heads up sit’n’go che ho poi recuperato, chiudendo quindi con un leggero profit nella specialità. Nel cash game invece non posso proprio lamentarmi dei risultati, sono davvero contento di come è andata.

IPC: Sei un ex pro di Pokerstars: ti rende fiero l’aver raggiunto questo traguardo proprio sulla room di cui indossavi la patch?

A.B.: Mi dispiace per come si è conclusa la mia avventura su Pokerstars (ndr, a un mese dalla fine del contratto gli è stato sospeso l’account, poiché accusato di aver giocato alcuni giochi con l’account della sua compagna), ma credo che con l’avvento del cash game ‘.it’ fosse inevitabile arrivare a ciò. Non poter giocare su altre room, soprattutto agli inizi dell’era del cash game, rappresentava un grosso svantaggio e, dato il livello iniziale, era un’occasione troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire. Chiaramente è per me motivo di orgoglio esser tornato Supernova Elite sulla mia ex room.

IPC: Il 2012 non hai fatto SNE: è stato un ‘anno sabbatico’ o hai semplicemente staccato la spina?

A.B.: Non ho ridotto i volumi, anzi. Ho giocato su altre room perché su Pokerstars ho avuto il conto bloccato fino a metà luglio. Avevo comunque penato di fare SNE in tre o quattro mesi, ma dopo aver trovato un’action migliore su altri lidi ho rinunciato. Quest’anno, invece, sono riuscito a raggiungere lo status in scioltezza, e lo stesso sarà nel 2014, anche se vorrei provare ad arrivare a due milioni di VPP! La vedo come impresa possibile perché, giocando con i miei volumi, non è faticoso farne un milione, tanto che mi riduco a fare SNE in soli due o tre mesi. Spero di non fare, però, questo errore il prossimo anno.

IPC: Qual è la qualità che, in primis, credi ti abbia permesso di raggiungere lo status di SNE?

A.B.: Credo sia stata la pazienza, necessaria soprattutto nei giorni in cui l’azione ai tavoli era davvero scarsa. Vorrei ringraziare una persona speciale, la mia ‘VIKETTA’ che mi è stata vicina in tutta la scalata allo status: questo Supernova Elite lo dedico a lei.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari