Saturday, Jun. 19, 2021

Poker Online

Scritto da:

|

il 6 Dic 2013

|

 

Actaru5 e il suo quinto anno da SNE: ‘Anche quando ho poche energie, le ritrovo ricordandomi quanto sono fortunato’

Actaru5 e il suo quinto anno da SNE: ‘Anche quando ho poche energie, le ritrovo ricordandomi quanto sono fortunato’

Area

Vuoi approfondire?

C’è un supereroe che, per il quinto anno consecutivo, raggiunge la stella più luminosa. Tradotto suona più o meno così: ‘Actaru5’, storico membro del team pro di Pokerstars, sta per raggiungere, per la quinta volta consecutiva, lo status di Supernova Elite.

Non sappiamo chi sia, né quanti anni abbia ma, parlandoci per questa intervista che sto per proporvi, si ha l’impressione di interloquire non con un venticinquenne col poker che scorre al massimo nelle vene, ma con una persona estremamente intelligente, cordiale, dotata di un’ironia sottile e contagiosa, una persona con la quale, quindi, condivideresti volentieri una cena, magari senza abiti da supereroe e col casco appoggiato su una sedia.

IPC: Sarà il tuo quinto anno di SNE: dove trovi le energie per portare a compimento un’impresa simile?

Actaru5: Ci sono momenti nei quali può sembrare che le energie siano in riserva. Poi mi ricordo di quanto sia fortunato a fare qualcosa che mi piace, e le ritrovo. Il percorso di costante apprendimento è ciò che ti permette di guardare al giorno successivo come ad un giorno meraviglioso, dove ci sono infinite cose da imparare. Nella vita come nel poker.

IPC: Non sappiamo niente di te: curi molto la real life al fine di rendere al massimo ai tavoli? Actaru5 ha delle passioni extra-poker?

Actaru5: I casi della vita mi hanno portato a tralasciare un po’ di cose, che però torneranno. Tra hobby e passioni ho spaziato in lungo e in largo, adesso sono temporaneamente in ‘stand by’. Mi piacciono la kick-boxing, l’hockey e ho una grande passione per la cucina, quindi mi travesto anche da ‘casalingo’ (ride). Mi piacciono anche gli sport invernali, ma sulla mia tavola da snowboard, adesso, c’è troppa polvere. Ho passione anche per l’informatica e dintorni, tanto da essere ‘il’ punto di riferimento per molte persone che conosco.

IPC: Com’è andata quest’annata ai tavoli di Pokerstars? Hai trovato anche te, come alcuni tuoi colleghi, una sorta di saturazione ‘mortale’ del ‘.it’?

Actaru5: L’annata non è andata come avrei voluto. Ma, al di là delle delusioni, resta quanto detto prima: ho appreso tantissimo e mi rendo conto di avere infinito lavoro da fare, come tutti del resto (chi più, chi meno, nessuno sarà mai ‘arrivato’ in questo gioco). Questo è un bene e fa sì che il ‘.it’ sia tutt’altro che saturo, al momento. C’è tanto spazio. Solo che oggi, magari, non si trova col cartello ‘affittasi’ bene in vista. Bisogna cercare addentrandosi nei viottoli…

IPC: Sei seguito con tanta curiosità e altrettanta stima: c’è la possibilità che tu diventi il Blom italiano, svelandoti?

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Actaru5: Grazie della stima, non so risponderti sul se e quando. Ma sicuramente non ho lo spessore di Blom: non ho mai giocato (né mai lo farò, probabilmente) ‘nosebleed’ contro i migliori, quindi il paragone mi sembra un po’ eccessivo.

IPC: Hai mai pensato di emigrare all’estero per provare un’esperienza sulle poker room internazionali?

Actaru5: Ho pensato di emigrare all’estero per mille motivi, forse uno di quelli che più mi tiene qui è proprio il poker (ride). Sono felice di giocare su PokerStars.it e fiero di essere parte del Team Online.

IPC: I tuoi colleghi vivono molto sui social network, dunque, quanto è difficile per te vivere questa professione un po’ nell’ombra e, forse, in solitaria?

Actaru5: La mia presenza sui social network c’è, o meglio, quella di ‘Actaru5’ c’è. Di sicuro, comunque, non faccio ‘di tutto’ per uniformarmi alle correnti, cerco piuttosto di pensare e agire tenendo lontani i pregiudizi. Il che non significa che devo ‘cantare fuori dal coro’ necessariamente, ma devo scegliere la mia canzone, che può essere anche quella del coro. Comunque sia, non c’è solitudine: ho condiviso grandi parti del mio percorso con tante persone viaggiando su un tenore di stima reciproca.

IPC: Tra cinque anni ci risentiremo per la tua decima conferma di SNE oppure per Actaru5 ci potrebbe essere un futuro lontano dal poker?

Actaru5: Ho imparato, nel bene e nel male, che ‘la vita è ciò che accade mentre stai facendo altri progetti’. D’altronde quello che facciamo non è importante quanto quello che siamo. Probabilmente tra altri cinque anni starò per confermare il decimo SNE, ma avrò trovato spazio per tante altre cose, dentro e fuori il mondo del poker. Ti faccio una proposta: restiamo con un appuntamento fisso e rifacciamo questa intervista ogni anno? 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari