Friday, Jan. 28, 2022

Poker Online

Scritto da:

|

il 25 Gen 2016

|

 

Nastasi vs Karakashi: il TP di Eros in uno spot al 50€ The Big

Nastasi vs Karakashi: il TP di Eros in uno spot al 50€ The Big

Area

Vuoi approfondire?

Nel bel mezzo della sessione domenicale di ieri, Eros “Eros9” Nastasi ha pubblicato sulla propria pagina Facebook un boom di una mano giocata contro Denis “LaSnaida” Karakashi al 50€ The Big di PokerStars.

Il siciliano ha letteralmente sceriffato il milanese, callando al river con A high in un piatto 4-bettato preflop.

Come ben sapete, le battaglie di livello di pensiero tra regular creano molto spesso dinamiche incomprensibili agli occhi dei più. Abbiamo dunque interpellato Eros per chiedergli il Thinking Process relativo alla mano in questione:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Riguardando questo spot – rivela Eros – mi convinco ancora di più che la scelta presa ieri è stata sicuramente corretta. Ciò che ha sicuramente inciso nello sviluppo del colpo è, come spesso capita, il flow del game: fino a poco prima di questa mano ero stato chipleader del torneo e stavo aprendo circa 90% del range. C’erano poche 3bet al tavolo e quasi tutti flattavano per giocare il board postflop. Denis ovviamente se n’è accorto e ha provato a combinarmela… [ride]”

Passiamo dunque all’analisi street by street:

“Siamo a t 1200 e ho circa 35X, Apro da Hj e lui 3 betta btn 4.5x con 40bb totali. Ho subito ipotizzato che avesse un tribetting range di bluff, per questo opto per una 4-bet, conscio che avrebbe shovato solamente il vero value e flattato tutto il resto. Quando flatta credo dunque abbia pochissime volte ha range di trap e su flop 938 ritengo molto più sensato bluff catcharlo check/callando le sue bet piuttosto che puntare, visto che resterebbe nella mano solo qualora avesse un punto migliore. Checko e lui betta 45% pot, lasciandosi dietro meno di 1 pot size bet. Chiamo, col plan di check/callare praticamente any turn che non sia figura. Nel suo range ci sono infatti pochissime mani di valore che possono realmente giocare così, mettiamo anche in conto che ho un blocker quale l’A e dunque un paio di combo in meno che poteva rappare. Sul 5 al turn io checko ancora e lui checka back: a questo punto sono ancor più sicuro che si stesse inventando qualcosa. Al river scende un ottimo 8, che paira il board. Checko per la terza volta e lui mette virtualmente ai resti (qualora avessi perso il colpo sarei rimasto con una chip! 🙂 ). Callo e mi assicuro il pot con A-6 contro il suo K-Qo. Mani come queste non si vedono tutti i giorni, ma non pensate che la giocheremmo allo stesso modo vs altri player/in un altro contesto, perché fareste un grosso buco nell’acqua!”

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari