Tuesday, Dec. 18, 2018

Poker Online

Scritto da:

|

il 7 Dic 2018

|

 

L’impresa londinese del qualificato Gaetano Luppina: “Mizrachi stava per eliminarmi in bolla”

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

L’impresa londinese del qualificato Gaetano Luppina: “Mizrachi stava per eliminarmi in bolla”

Area

Vuoi approfondire?

Qualificarsi a un ricco torneo live internazionale spendendo un misero centesimo online è già una bella impresa.

Se poi quel centesimo ti porta fino a un 31° posto da 3.600£ nel Main Event, allora hai di che braggare per il resto della tua carriera pokeristica!

Ne sa qualcosa il siciliano Gaetano Luppina, che qualche giorno fa si è rivelato il miglior italiano al London Festival di 888poker.

Gaetano si era conquistato il suo seat per il Main londinese da 1.100£ di buy-in il mese scorso, vincendo il primo sat di 888poker.it che metteva in palio ben cinque pacchetti con un investimento irrisorio di 0,01€.

Nella vita Gaetano è ingegnere elettronico, ma un po’ di esperienza nel poker ce l’ha. Ecco cosa ci racconta: “Gioco a poker da oltre dieci anni. Nel 2006 mi sono spaccato la gamba con la moto e così ho conosciuto il poker online. Inizialmente le mie specialità erano il Mixed e e lo short stack. Vincevo abbastanza nei Sit & Go, come tanti. Poi con la nascita di mio figlio ho dovuto un po’ mollare e mi sono spostato sul cash.

Il mio main game attualmente sarebbe costituito dai tornei, ma non riesco a stare 5 o 6 ore davanti al pc. Non ho più neanche la voglia, sinceramente. Mi faccio solo sessioni cash di mezz’ora a limiti bassi (dal NL2 al 10) oppure i tornei di 888 che sono veloci. In 2 o 3 ore sono finiti. Ho anche ottenuto la stella di platino quest’anno nei Sit di bwin.

Per quanto riguarda i live, non è stata la mia prima qualificazione a un torneo importante. Nel 2010 partecipai al WPT di Londra, guarda caso.

In altre occasioni ho sfiorato delle qualificazioni importanti. Sono arrivato per esempio secondo in un satellite per gli Aussie Millions e per poco non andavo pure alle WSOP di Las Vegas“.

 

 

Ma torniamo al Main di 888. Ecco cosa ci racconta Gaetano sulla trasferta dello scorso weekend: “Questa è stata la prima e probabilmente anche l’ultima bandierina importante della mia carriera live. Diciamo che dal vivo non mi sento molto a mio agio. Nella capitale inglese ci ho messo un’oretta per ambientarmi. Mi son reso conto poi che al tavolo con me c’era gente molto forte ma anche gente scarsa e qualcuno più inesperto di me.

Ho avuto perfino l’onore di sfidare l’americano Michael ‘The Grinder’ Mizrachi. Tra l’altro proprio Mizrachi stava per eliminarmi in piena bolla! In una mano cruciale lui apre a 12k, io pusho 34k con KK e per fortuna il francese Labat si isola contro di me con 1010. Mizrachi folda dichiarando poi di avere avuto un asso che avrebbe chiuso scala su un board K-J-10-2-Q.

Intorno alla zona bolla ho raddoppiato anche in altre occasioni perché ero abbastanza corto. Un’altra volta è stato Labat a darmi le chips con A-K contro i miei 10-10. Alla fine sono uscito in un colpo imparabile con Q-Q contro A-A.

Con me a Londra ho portato mio fratello. Ho incrociato qualche altro italiano ma non abbiamo fatto molta amicizia. Invece ho conosciuto un ragazzo russo, pure lui qualificato e parecchio inesperto, che è uscito malamente overbettando gli assi al turn“.

Insomma il nostro Gaetano ha vissuto una grande esperienza grazie a 888 e grazie al Club del Poker su Facebook: “È stato mio fratello a farmi conoscere 888poker e ItaliaPokerClub qualche mese fa, quando c’erano i satelliti per la Battle of Malta. In quelli non ho avuto fortuna ma mi sono rifatto con Londra. Mi piace molto la room, vorrei solo vedere un po’ più di traffico ai tavoli“.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari