Abbiamo provato il nuovo 6+ Hold’Em di PokerStars: ecco la nostra recensione | Italiapokerclub

Saturday, Mar. 28, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 28 Mar 2019

|

 

Abbiamo provato il nuovo 6+ Hold’Em di PokerStars: ecco la nostra recensione

Abbiamo provato il nuovo 6+ Hold’Em di PokerStars: ecco la nostra recensione

Area

Vuoi approfondire?

Da qualche giorno è finalmente attivo anche su Pokerstars.it il 6+ Hold’em, ossia la versione online dello Short Deck.

Dopo la sua esplosione live in Asia, grazie soprattutto alle Triton Series, la nuova variante è approdata da prima sulla piattaforma internazionale di Pokerstars e poi anche in Italia.

E’ ancora troppo presto per dare un giudizio a 360 gradi sul nuovo gioco, ma di sicuro gli spunti non mancano.

Buyin e ante

Prima di tutto c’è un’ampia scelta di buyin per sedersi in questo format di cash game in modalità short deck. Si parte da un minimo di 2€ fino ad un massimo di 500€. Ovviamente il buyin corrisponde in questo caso a 100 big blind, o sarebbe meglio dire a 100 ante.

Infatti non ci sono blinds, ma preflop il player sul bottone paga un ante che vale 1/100 del buyin massimo, oltre all’ante che aggiunge assieme agli giocatori. Per fare un esempio, nel 6+Hold’em da 2€, l’ante corrisponde a 2 centesimi (0,02€).

Limp e velocità d’azione

Osservando i tavoli ai vari livelli di gioco, il limp la fa da padrone. Nel 6+ Hold’em infatti il semplice call è quasi normale, almeno preflop.

Lo si era già notato nei tornei dal vivo, dove i big mondiali del poker preferiscono limpare nel pre. Sicuramente non è un errore, come rischia di esserlo invece nel No Limit Hold’em. Serve a tenere i piatti bassi, soprattutto all’inizio della nuova mano.

L’altro aspetto positivo del gioco è la grande velocità con cui si concludono le mani. Ovviamente stiamo parlando di spot che arrivano quanto meno al river. Se nel No Limit Hold’em e anche in altre varianti, il gioco rallenta spesso, nello Short Deck la dinamica è sicuramente più rapida.

Poi va da se che in alcune situazione serve tempo per prendere decisioni su board più complessi. Ma in generale ci è parso un gioco assai rapido. E questo aspetto potrebbe avvicinare tanti nuovi giocatori.

Errori più comuni

L’errore più comune che abbiamo visto in almeno una decina di showdown è quello di non essersi ancora abituati alla regola che vede il colore battere il full. Se nel NLH il full house è il quarto punto più importante nella piramide dei punteggi, nel 6+ Hold’em subisce il sorpasso del colore.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Essendoci soltanto 36 carte nel mazzo, contro le abituali 52, le probabilità di chiudere coloro sono inferiori a quelle del Full. Così molti giocatori, su board dove avevano chiuso full, hanno chiamato oppure hanno mosso all-in nella convinzione di avere il punto migliore.

Io stesso con A-8 in mano ho mandato la vasca su river A-x-8-x-A che chiudeva colore sperando che fosse il punto chiuso dall’avversario, salvo poi rendermi conto l’istante dopo che se davvero lo avesse avuto avrebbe vinto la mano (per mia fortuna non lo aveva)

Oltre a ricordarvi che colore batte full, non dimenticate anche che l’asso può essere usato per comporre una scala bassa.Anche qui durante il test sono incappato in un equivoco. In pratica ho messo sotto 8-9 al turn su A-8-7-6 convinto di avere in mano niente più di una misera coppia.

Odds

Altra cosa da ricordare sempre durante le vostre partite a 6+ Hold’Em: la equity preflop delle mani è molto diversa da quelle del No Limit Hold’em e si avvicina più all’Omaha che non alla “Cadillac del Poker” (ecco probabilità e odds del poker a 36 carte).

Come spiegò Dan Cates qualche mese fa in un’intervista: “È simile al PLO non per il modo in cui si gioca, ma perché le percentuali delle mani sono sempre molto vicine. È un gioco con molto gambling, come il PLO ma con più all-in, perché si gioca No-Limit”.

Allora non resta che gettarsi nella mischia e good luck.

 

Se vuoi provare il nuovo 6+ Hold’Em iscriviti a PokerStars!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari