Tuesday, Feb. 7, 2023

Poker Live

Scritto da:

|

il 11 Giu 2018

|

 

VIDEO – Angle shooting o no? Pusha al river, viene snappato e ritira tutto: “Stavo scherzando”

VIDEO – Angle shooting o no? Pusha al river, viene snappato e ritira tutto: “Stavo scherzando”

Area

Vuoi approfondire?

Quando pensi di aver già visto le cose peggiori a un tavolo da poker, arriva un video che ti fa subito cambiare idea…

Dobbiamo raccontarvi oggi, infatti, di un fattaccio avvenuto al rinomato Bicycle Casino di Los Angeles che sta facendo parecchio discutere in questi giorni sul web.

Il filmato è stato ripreso per esempio anche dallo youtuber Joe Ingram che scrive su Twitter: “È il peggior angle che abbia mai visto. Ryan checka, Mike punta 10k al river, viene snappato e dichiara che era solo uno scherzo. Il floor stabilisce che tocca a Ryan decidere il da farsi e Mike piange per dieci minuti“.

Ricostruiamo l’action che in realtà è abbastanza semplice ed è avvenuta davanti alle telecamere del famoso show Live at The Bike.

Si sta giocando una partita cash con diversi personaggi già noti agli appasionati e Armenian Mike, regular del casinò, ha già regalato spettacolo con mani alquanto discutibili.

A un certo punto Mike si trova coinvolto in una mano contro Ryan Feldman, che è in pratica il produttore dello show. Il board recita 74K 10 e al turn Ryan punta 300$ da SB con K7. Mike chiama da UTG con AQ.

Al river scende un K e ci sono 900$ in tutto nel piatto. Ryan checka con il suo full di kappa. Mike ha 10.300$ in una vaschetta di plastica che decide si spostare verso il centro del tavolo! L’all in pare evidente e Ryan (che ne ha di più) snappa.

A questo punto però Mike ritira la sua vaschetta e sostiene che la sua mossa era solo uno scherzo. Tutti restano perplessi. Il commentatore sostiene fin da subito che non ci sono dubbi sull’action: l’all in è chiaro e Mike deve perdere tutto il suo stack.

Ryan però si trova in difficoltà, probabilmente perché il suo avversario è un personaggio ben voluto da tutti e un suo cliente abituale (evidentemente non troppo vincente). Ryan fa capire di non volere a tutti i costi quei soldi e dice: “Ragazzi, decidete voi“.

Il floorman interviene, ma lascia al vincitore della mano prendere la decisione finale. Mike chiede più volte a Ryan “Vuoi i miei soldi o no?” e Ryan risponde sempre “Non lo so“. Dopo parecchi minuti di sceneggiate e discussioni, Mike se ne va un po’ alterato lasciando tutte le sue chips a Ryan.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

A margine di tutto ciò, c’è un precedente importante da riportare: Mike poco prima aveva fatto una mossa molto simile con J-3 in mano, vincendo lo spot…

 

 

Sui social ovviamente si è scatenato un putiferio. Quasi tutti si sono schierati contro il comportamento molto sospetto di Mike. Allen Cunningham per esempio scrive: “La situazione è chiarissima. C’è stato un all in e un call con la mano migliore“. Dan Fleyshman sostiene che non c’era nemmeno bisogno di chiamare il floorman.

A sorpresa però Max Pescatori ha scritto su Twitter in risposta a Ingram: “Angling significa prendersi un vantaggio per vincere il piatto o qualcosa del genere. Come puoi farlo se metti 10.000 chips per vincerne 900? Questo è solo uno scherzo stupido, non un angle“.

Il nostro Max poi chiarisce il suo pensiero: “Alla fine della mano MIke cerca in tutti i modi di riprendersi i 10mila dollari, ma all’inizio non aveva alcuna intenzione di fare angle shooting, secondo me“.

Chiudiamo allora scherzandoci su.: William Walsh, giustamente, propone di aggiungere d’ora in poi alle opzioni check e bet anche il tasto ‘joke’.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari