Sunday, Aug. 18, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 16 Ago 2017

|

 

Come migliorare la qualità del tuo pensiero per trovare l’A-game nel poker

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Come migliorare la qualità del tuo pensiero per trovare l’A-game nel poker

Area

Vuoi approfondire?

Pubblichiamo un interessante contributo di Vito ‘Wyllys’ Barone, head coach della scuola Spin Legends, su come indirizzare i pensieri in modo da rendere al massimo ai tavoli di poker online.

 

Sapete quanti pensieri al giorno fa la nostra mente? Vi diamo tre opzioni.

1) Circa mille
2) Circa diecimila
3) Circa centomila

Se la vostra risposta è la 3, complimenti, molti pensano che siano di meno. In realtà il numero non è preciso, perché il nostro cervello elabora tra i 50.000 e i 120.000 pensieri al giorno: il problema principale è che studi specifici hanno determinato che una percentuale variabile tra il 65% e l’80% dei nostri pensieri sono di tipo negativo.

Tutto ciò avviene principalmente a livello inconscio ma ha delle conseguenze pratiche sulle nostre prestazioni: una mentalità positiva può influenzare positivamente il nostro gioco, ma una mentalità negativa ha effetti mediamente più dannosi!

Tutto ciò, se vogliamo, nel poker è confermato dalla semplice osservazione dell’esperienza: presentatevi al tavolo ben equilibrati e giocate il vostro A-game, tutto ciò vi aiuterà a guadagnare più soldi.

Se però andate in tilt, potreste arrivare a perderli tutti molto velocemente. Abbiamo quindi bisogno di alcuni semplici trucchi per mantenerci a galla.

Uno stratagemma è mettere in atto tecniche di dialogo interno: togliere l’avverbio “non” dalle frasi che usiamo, perchè il nostro cervello “non sa leggerlo”. Se dici a te stesso di non fare errori, la parte inconscia si focalizzerà sulla parola errore.

Stessa cosa vale per i verbi “provare” e “sperare”, perchè insinuano un dubbio e il cervello non conosce la parola “provo”: o fai o non fai, quindi “provo” va sostituito con “faccio”.

Ancora: la parola “se” è dubitativa come “spero” e la parola “devo” crea troppa pressione. Insomma, dobbiamo operare delle sostituzioni a partire dal linguaggio che usiamo tutti i giorni, in modo da creare un dialogo interiore positivo.

Quelli che abbiamo citato, però, sono esempi specifici che non racchiudono tutti i casi possibili. Quali sono allora i principi generali che dobbiamo seguire per sviluppare un dialogo interno che ci aiuti a rendere al meglio?

REGOLA 1: utilizzare affermazioni solo di tipo “positivo”: “oggi gioco bene”, “oggi sono brillante” etc.
REGOLA 2: utilizzare il tempo presente: il futuro porta aspettative e ansia e il passato spesso ci deprime
REGOLA 3: meglio usare frasi precise piuttosto che generiche, i nostri obiettivi devono essere chiari
REGOLA 4: essere credibili soprattutto a noi stessi, evitando di esagerare con affermazioni infattibili

Per rendere più semplice tutto questo, nel Team di SpinLegends ci occupiamo costantemente di mindset in modo pratico e non soltanto a chiacchiere. Lo riteniamo un aspetto fondamentale per la crescita dei nostri giocatori.

 

Sei interessato a scalare gli Spin&Go? Invia la tua candidatura a SpinLegends da questo link!

 

 

Immagine di Davide Restivo con licenza Creative Commons

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari