Come la rigiochi oggi? Christian Favale e un fold con colore all’Asso davvero epico! | Italiapokerclub

Thursday, Apr. 2, 2020

Poker Online

Scritto da:

|

il 27 Ott 2017

|

 

Come la rigiochi oggi? Christian Favale e un fold con colore all’Asso davvero epico!

Come la rigiochi oggi? Christian Favale e un fold con colore all’Asso davvero epico!

Area

Vuoi approfondire?

Si dice tanto che il Texas Hold’em continui a evolversi senza tregua.

Mese dopo mese, anno dopo anno, ciò che veniva considerato standard fino a poco prima diventa obsoleto in un lasso di tempo decisamente limitato.

Ovviamente parliamo di dinamiche appartenenti alla sfera di chi col giochino ha fatto un po’ di esperienza, in quanto ai micro-low stakes i tempi di adattamento dei recreational player sono più lenti.

Lo spot che andremo ad analizzare, o meglio a ri-analizzare quest’oggi, – che potrete trovare cliccando su questo link – risale al non troppo lontano 2014, quando ancora il buon Christian ‘IwasK.Mutu’ Favale infiammava l’action high stakes sulle room ‘punto it’ e non solo…

Ci troviamo in un tavolo NL1000 6-max e su unopened Christian apre 30€ con A 5 da BTN, trovando solamente il call di SB, mentre BB passa senza troppi problemi. Su flop J 8 A checkano entrambi mentre su 9 turn è l’avversario a uscire in puntata: 43.55€ su pot da 67€, circa due terzi. Call per ‘Mutu’ e si va al river, un 5.

A questo punto si scatena l’inferno: 83,21€ è la puntata di SB, Christian opta per un raise fino a 315€ e dopo qualche secondo di riflessione SB le mette tutte al centro per 1.119€. Dopo un’attenta analisi, time bank permettendo, Favale pensa che la scelta migliore sia quella di passare, argomentando la sua giocata in questo modo…

Il TP di 'Mutu nel 2014

La prima street sulla quale discutere è il flop. Fare check non è ovviamente standard, ma preferisco avere dei flush draw anche quando checko su certe texture. E’ abbastanza standard ad alti livelli. Poco da dire al turn, sicuramente rilanciare potrebbe essere un’opzione, anche se sarebbe un po’ in controtendenza con la linea tenuta al flop. Al river accade il fattaccio: il mio raise per valore è chiaramente obbligato, tante mani peggiori mi chiamerebbero anche da peggio perché ho dei bluff nel range in questa situazione. Arriva, invece, il suo shove abbastanza repentino. Voglio mettere subito in chiaro una cosa: il mio avversario è capace e non metterebbe mai tutto lo stack in mezzo con un flush peggiore, essendo certamente conscio che ho gli assi suited nel range (anche lui probabilmente la giocherebbe uguale talvolta). Quindi qui non battiamo value, ma solo bluff. Un regular sensato può pushare al river solo con l’asso di quadri, che per ho io in mano. Esiste anche la possibilita’ che usi il 10 di quadri, ma avendo flattato da small blind non ha combo offsuited e le combo suited sono flush, quindi farebbe solamente call. In definitiva, dunque, è un fold quasi facile. Lui, poi, mi ha detto che aveva proprio Q-10 di quadri.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

A distanza di tre anni dall’accaduto, con Christian che frequenta i tavoli online meno assiduamente di un tempo, abbiamo pensato di chiedergli come avrebbe rigiocato questo spot alla luce delle nuove dinamiche proprie dei giorni nostri.

Ecco cosa ci ha risposto:

La mano mi piace ancora molto, quindi direi che la gioco uguale, o quasi… Nonostante ora sia in pensione mi pare di capire che l’evoluzione del gioco abbia portato a c-bettare con frequenze molto più alte, ma size minuscole, su tante texture. Quindi forse l’unico elemento su cui si potrebbe discutere è una c-bet al flop con size 1/3 pot, ma credo che cambi poco a livello di EV dalla strategia che adottai in quella situazione, che più o meno con quella combo prevedeva una frequenza di c-bet stimata tra il 50% e il 70%. ”

Proviamo a complicare le cose: dalla parte di oppo pensi che possa esser cambiato qualcosa?

Premesso che non flatterei mai preflop, dato che nella mia strategia preferirei una 3-bet al call da SB, una volta che chiama non saprei proprio giocare la mano non conoscendo con precisione il suo range di flat.

Insomma, passa il tempo, cambiano le mode ma nonostante ciò la soluzione più corretta sembra essere rimasta tale e quale, o almeno molto simile. E voi cosa avreste fatto al posto suo? Scrivetecelo lasciando un commento sulla nostra Fanpage!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari