Sunday, Jan. 29, 2023

Strategia

Scritto da:

|

il 15 Mar 2018

|

 

Che errori commettono i giocatori alle prime armi quando siedono a un tavolo televisivo?

Che errori commettono i giocatori alle prime armi quando siedono a un tavolo televisivo?

Area

Vuoi approfondire?

Tantissimi giocatori di Texas Hold’em si sono avvicinati per la prima volta al giochino guardando le prodezze dei professionisti nel piccolo schermo.

Le mosse spettacolari trasmesse dai vari tavoli televisivi hanno fatto innamorare migliaia di appassionati ed hanno di certo contribuito alla diffusione esponenziale del poker, soprattutto durante il periodo del suo famosissimo boom mediatico e dell’effetto Moneymaker.

Così come per molti, il Main Event delle WSOP del 2003 vinto proprio da Chris Moneymaker è stata la prima esposizione del coach Carlos Welch, che ha recentemente raccontato la sua esperienza ai microfoni di PokerNews.

Lo statunitense ha dichiarato di aver individuato tre errori dei giocatori ricreativi in TV per eliminare le cattive abitudini dal suo percorso di crescita professionale e migliorare; scopriamoli insieme!

1. Fare call con mani deboli prima di giocatori aggressivi

Questo è il primo errore comune a molti dilettanti: dopo una serie di limp o un piccolo rilancio da early position entri nel piatto con mani appena giocabili come T8 off pensando di essere in uno spot profittevole per chiamare, un giocatore annuncia il raise e si aggiudica il pot.

Il problema sorge proprio quando alla nostra sinistra c’è almeno un giocatore aggressivo con alte frequenze di squeeze; in casi come questo è preferibile foldare o 3bettare senza prendere in considerazione il call.

2. Bluffare quando non si ha fold equity

Immaginiamo di avere uno stack di 30 big blinds poco dopo aver superato la bolla di un torneo. Apre un giocatore in posizione di UTG e flattiamo da UTG+1 con KJ off; arriva lo squeeze di uno short stack immediatamente dopo. Pensando di poter ‘spaventare’ oppo, spingiamo tutte le chips nel mezzo e pochi secondi dopo siamo player out!

Ecco, in spot come questo il consiglio è quello di non forzare la mano in bluff poiché lo squeezer sarà costretto a callare per ragioni matematiche! Oltre ad un chiaro svantaggio in termini di showdown, stiamo offrendo odds favorevoli al nostro avversario e perderemo il colpo pressoché sempre.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

3. Rispondere quando i professionisti chiedono informazioni

“Non otterremo grande beneficio a parlare durante una mano, bensì un potenziale svantaggio.”

Questa affermazione tratta dal libro ‘Verbal Poker Tells’ di Zachary Elwood evidenzia come le parole possano influenzare le decisioni al tavolo verde; troppo spesso siamo disposti a rilasciare gentilmente informazioni e farlo in presenza di professionisti è un’idea pessima!

Tutto ciò non rappresenta un grosso problema se l’obiettivo principale è il divertimento, se invece si è alla ricerca di un approccio serio questo aspetto potrebbe danneggiare il nostro profitto.

 

 

Foto by PokerStars

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari