Monday, Sep. 28, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 14 Dic 2017

|

 

Matematica di base: gestire il rapporto size/pot odds

Matematica di base: gestire il rapporto size/pot odds

Area

“Non è calcolando le probabilità che si vince al poker. Ma ignorandole completamente per troppo tempo di certo si diventa perdenti. I giocatori fortunati non durano.”

Data per buona la palese necessità di abilità specifiche per essere un giocatore vincente di Texas Hold’em, bisogna valutare con attenzione anche la componente matematica del gioco.

La corretta gestione delle varie situazioni in game è logica conseguenza di tanta pratica ai tavoli e della padronanza dei concetti di base. A tal proposito, è doveroso analizzare tra questi il rapporto size/pot odds e la sua applicazione pratica nei vari spot.

In base alla size, ovvero l’importo utilizzato per la bet, e al suo legame con le pot odds sarà dunque possibile capire se la nostra scelta ha un atteso positivo o negativo, semplificando di molto la scelta dell’action!

Per calcolare le pot odds non bisogna far altro che rapportare la somma di denaro compresa nel pot con l’importo da pagare per restare nel colpo. Vediamo insieme qualche esempio.

 

Size e odds open preflop

Hero è BB. Qual è la percentuale minima da rispettare per fare call su un open preflop? Come cambia quest’ultima al variare della size?

Open x2: Hero deve aggiungere 1BB su pot di 3.5BB. La formula da utilizzare dunque è investimento/ pot + investimento; 1/ (1+3.5) = 0.22 = 22% Quindi, il BB può fare call con il 78% del suo range!

Ripetendo i calcoli nei singoli casi, ecco il variare delle pot odds in base alle size:

Open x2.5: 1.5/ (1.5+4) = 27%. BB può fare call con il 73% del suo range!
Open x3: 2/ (2+4.5) = 31%. BB può fare call con il 69% del suo range!
Open x3.5: 2.5/ (2.5+5) = 33%. BB può fare call con il 67% del suo range!
Open x4: 3/ (3+5.5) = 35%. BB può fare call con il 65% del suo range!

Tabella riassuntiva:

size odds preflop

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Size e odds bet postflop

Hero è BB. Tutti i giocatori foldano fino a BTN che apre x2.5. SB fold e Hero fa call. Sul flop, BB checka e BTN betta half su pot di 6BB. Come funziona in questo caso il calcolo delle pot odds?

Stessa formula: investimento/ pot + investimento; 3/ (3+9) = 25%

Anche nel caso del postflop, ecco il variare delle pot odds in base alle size:

1/4 pot: 1.5/ (1.5+7.5) = 17%;
1/3 pot: 2/ (2+8) = 20%;
2/3 pot: 4/ (4+10) = 28.5%;
pot: 6/ (6+12) = 33%.

Qui però qual è il parametro che ci suggerisce la scelta corretta? Nel post flop è necessario saper calcolare anche le odds!

Quando queste hanno risultato pari o superiore alle pot odds stimate, il call è ev+; al contrario, è preferibile il fold sotto un punto di vista prettamente matematico.

Esempio: la nostra mano è J T su flop 8 9 A con due picche.

Ipotizzando che il nostro avversario abbia top pair su questa texture, abbiamo ben 15 outs per superare oppo!

Ora, effettuando un calcolo percentuale solo sulla singola street successiva, quindi non tenendo conto del river, basterà moltiplicare il numero di outs per 2 per avere il risultato delle odds; 15 x 2 = 30%.

Tabella riassuntiva:

size postflop odds

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari