Thursday, Nov. 21, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 1 Nov 2019

|

 

La matematica del call di Zinno in blind-war che ha lasciato Dario con gli spiccioli al Main Event WSOPE

La matematica del call di Zinno in blind-war che ha lasciato Dario con gli spiccioli al Main Event WSOPE

Area

E’ la mano che ha segnato in negativo il Main Event WSOP Europe di Dario Sammartino.

Il call da big blind di Anthony Zinno per 21bb con KT sull’openpush di Dario da small ha lasciato l’azzurro con gli spiccioli della merenda: dopo un double-up contro lo stesso statunitense Dario è poi stato eliminato in quarta posizione da Segebrecht (AKs<JT).

Ma quali sono le considerazioni e la matematica che hanno spinto lo statunitense a chiamare?

La curiosità è tanta visto che stiamo parlando di un giocatore che ha uno score di oltre nove milioni di dollari vinti in tornei live. Cerchiamo di capire meglio l’economia del colpo.

 

Il call secondo Nash ICM

Se diamo in pasto gli stack e il payout di quel momento a un calcolatore ICM scopriamo che per l’equilibrio di Nash il call è corretto.

Secondo questa teoria del gioco ottimale, che se seguita porta tutti i giocatori a fare even, Anthony Zinno avrebbe dovuto chiamare il push di Dario con il 19,5% del suo range. Call coretto dunque, visto che il bottom di K suited sarebbe K-9s.

Ma c’è un dettaglio non da poco: questo range di call è positivo dando per scontato che anche Dario segua Nash nel suo openpush. E per Nash qui Dario dovrebbe openpushare larghissimo, con il 64% del suo range.

Ora, se avete seguito un minimo il nostro Social Blog Live, o conoscete lo stile di gioco di Dario, già sapete che Sammartino lì ha un range mooooltoooooo più stretto.

Ce lo vedete Dario a 4 left, small to big per 21x effettivi che openpusha 93s, K4o, 63s? Noi assolutamente no, davvero impossibile!

Ancor più considerando che Dario era al primo openpush in blind war della giornata: fino a quel momento, negli unopened che gli arrivavano da small blind, aveva dato action soprattutto con dei complete.

 

Che range assegnate al push di Dario?

Nash ICM dà delle linee guida in una ipotetica situazione di gioco, ma i campioni come Dario sanno bene che tra le principali skill di un pokerista c’è anche quella dell’adattamento.

Dal canto nostro siamo sicuri al punto da mettere la mano sul fuoco che il range di Sammartino è di gran lunga più stretto di quello indicato da Nash ICM.

Vediamo dunque quale sarebbe stata l’ev del call di Zinno se ad esempio Dario avesse pushato top40. Stiamo parlando sempre di un range parecchio largo, come si può vedere dalla schermata di PokerStove:

Ebbene, contro questo range larghissimo, a nostro avviso sempre troppo largo per Dario, il call di Zinno non è positivo per niente.

Anzi, per la precisione, secondo ICMIZER, è negativo di oltre 10.000€:

 

E il bello è che più si stringe il range di Dario, più aumenta il negativo del call di Zinno.

A questo punto dunque per spiegare il call dello statunitense possiamo avanzare due sole ipotesi: o stava davvero pensando di giocare contro un player che seguiva Nash nonostante fino a quel momento Dario avesse dato action small to big con dei complete, o Zinno ha fatto qualche valutazione che al momento ci sfugge!

Ad ogni modo questo è il poker, GG a lui e al nostro Dario!

 

Foto by King’s Casino

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari