La mano con cui è iniziato il declino di Gianluca Speranza al Tavolo Finale WPT Germany | Italiapokerclub

Wednesday, Apr. 1, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 24 Feb 2020

|

 

La mano con cui è iniziato il declino di Gianluca Speranza al Tavolo Finale WPT Germany

La mano con cui è iniziato il declino di Gianluca Speranza al Tavolo Finale WPT Germany

Area

Vuoi approfondire?

Ancora una volta l’appuntamento di Gianluca Speranza col grande sigillo live è rimandato.

Dopo aver iniziato il Final Day del WPT Germany col più cospicuo stack dei nove giocatori rimasti in corsa per la vittoria, il player aquilano ha eroso la sua dotazione di chips fino ad arrivare al Tavolo Finale ufficiale a sei giocatori con 14 bb di stack, il penultimo in gioco.

Il declino di Gianluca ha avuto un preciso punto di inizio ed è la mano che vi andiamo a raccontare, arrivata quando al tavolo c’erano ancora sette giocatori.

 

La mano

Su blinds 50.000 – 100.000 Van den Bijgaart apre 200.000 da utg, chiama Speranza da hijack con coppia di Donne, chiama il giocatore su small blind con K-Qo.

Flop A45 Van den Bijgaart prosegue 240.000, chiama Speranza, folda small blind.

Turn 3 i due giocatori si muovono in check to check.

River 3,  l’olandese punta 900.000, Speranza usa tutti i timebank a sua disposizione e cinque secondi esatti prima della fine del countdown decide di chiamare!

Ecco la grafica riassuntiva di tutta la action della mano:

speranza mano 7 left main wpt germany

 

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Un call dettato dall’history?

Lo sviluppo della mano è fortemente segnato dal flat preflop di Speranza. Sicuramente se un giocatore del suo calibro ha evitato di tribettare coppia di Donne avrà avuto le sue ragioni: la prima che ci viene in mente è legata alla presenza di short stack alla sua sinistra che ancora dovevano parlare, che avrebbero potuto muovere all-in con un ampio ventaglio di mani stante la cospicua deadmoney al centro del tavolo dopo il raise / call.

‘Under-reppando’ la forza della sua mano preflop (‘sotto-rappresentando’, quando in base alla action si dà a intendere di avere una combo più debole di quella che in realtà si ha) Speranza già sa che gli avversari potrebbero ‘over-valuare’ la loro postflop (ovvero assegnare alla propria mano un valore più alto di quello che in realtà ha), o avere ampie frequenze di bluff.

Quando Van Den Bijgaart al river punta 900.000 su un piatto di 1.180.000 le cose si fanno davvero interessanti. Per fare break-even Speranza deve essere buono il 30% delle volte (scopri come calcolare le pot odds). Evidentemente se Gianluca ha deciso di chiamare ha valutato le sue chance più alte di questa percentuale.

E c’è anche la possibilità che in questo call abbia pesato uno spot giocato dai due player nel precedente livello di gioco. Lì Speranza aveva messo sotto al river prendendo la decisione corretta. Ecco la mano.

Su blinds 40.000/80.000 Van Den Bijgaart apre x2 da utg con AJ, Speranza flatta da hijack con AT.

Flop 3A5 check to check

Turn 3 Van Den Bijgaart punta 175.000, chiama Speranza.

River 4 Van Den Bijgaart punta 400.000, fold!

Gianluca ha poi chiuso il torneo al quinto posto.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari