Sunday, Sep. 20, 2020

Strategia

Scritto da:

|

il 14 Apr 2020

|

 

Qualche consiglio di Giada Fang per migliorare l’approccio ai tornei Total KO

Qualche consiglio di Giada Fang per migliorare l’approccio ai tornei Total KO

Area

Vuoi approfondire?

La settimana scorsa ha messo in bacheca il primo evento SCOOP della sua carriera.

Il torneo vinto da Giada Fang aveva la particolarità di essere un “Ultra KO”, formato che ancora più dei tornei Progressive KO è caratterizzato dalla importanza delle taglie: tanto per capirci, in un torneo Ultra KO da 50€ di iscrizione, 40€ vanno nel montepremi delle taglie; in un torneo Progressive KO dallo stesso buy-in, invece, nel prizepool dei bounties finiscono 22,50€.

Raccontandoci il torneo vinto, Giada ha dispensato qualche consiglio utile per affrontare al meglio il formato Ultra KO: secondo quanto ha notato, infatti, tanti giocatori sono lontani dall’approccio ottimale.

 

No alle ‘spitate’ nei primi livelli

Giada dice di aver visto tanti avversari fare dei call parecchio allegri, nei primi livelli dell’evento SCOOP vinto:

“Io nei primi livelli del torneo sono rimasta abbastanza nel mio ma vedevo tanta gente che tendeva a “spitare” (fare call molto larghi, ndr) senza farsi problemi a giocarsi subito tutto lo stack. A mio avviso questo è un approccio sbagliato”

La vittoria di Fang all’Ultra KO infatti è arrivata con un atteggiamento opposto.

“Io all’inizio ho giocato abbastanza normale, tendente al chiuso. Solo alla fine, quando le taglie degli avversari erano diventate davvero consistenti, mi sono sbilanciata”.

L’approccio ha avuto un ulteriore risvolto positivo:

“Facendo così ho avuto una taglia enorme rispetto al precedente evento Ultra KO in cui il vincitore aveva fatto 5.000€ di taglia. La mia era di 7k e passa e ha spostato di parecchio la prima moneta.”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

Ricordarsi l’importanza della tournament life

Per Giada l’approccio ai primi livelli dei tornei Ultra KO non deve essere troppo dissimile da quello dei tornei KO Progressivi:

“Anche se non vorrei fare troppo freecoaching, secondo me sbaglia chi pensa che all’inizio di un torneo total KO deve rischiare tutto lo stack per prendere le taglie degli avversari. In realtà in un torneo che costa 50€ prendere una taglia di 20€ invece che di 12,5€ non cambia granchè”.

Anche perchè l’attrazione morbosa per le taglie nei primi livelli di gioco dei tornei con format KO può far perdere di vista il fattore sopravvivenza che resta un aspetto fondamentale:

“La tournament life è molto più importante delle taglie che si possono incassare all’inizio di un torneo Total KO perchè solamente arrivando in fondo ci sono le taglie sostanziose, che spostano davvero l’andamento del torneo”. Parola di campionessa SCOOP.

 

 

Photo credits: PokerStars

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari