Tuesday, May. 24, 2022

Strategia

Scritto da:

|

il 27 Gen 2022

|

 

Difesa del big blind: come cambia tra tornei e cash game, e perché

Difesa del big blind: come cambia tra tornei e cash game, e perché

Area

Vuoi approfondire?

Pur appartenendo alla grande famiglia del poker, tornei e cash game sono due modalità di gioco regolate da dinamiche diverse, come ci ha ribadito anche ieri Eugenio ‘eugol93’ Sanchioni, passato ai tavoli cash dopo essere diventato il più forte torneista online italiano.

Con l’ausilio di un software come GTO Wizard andiamo a capire come si esplicitano queste differenze – che possono essere anche enormi – analizzando una situazione di difesa del big blind.

Come vedremo, matematica alla mano, i range di call tra le due specialità devono essere molto diversi.

 

L’azione

Cutoff apre x2,3, dobbiamo parlare da grande buio con uno stack di 100bb.

Quale è il range di difesa ideale nei tornei di poker, e quale nei tavoli cash game?

Per quanto riguarda i tornei di poker ci riferiamo a una situazione di gioco in cui deve essere valutata esclusivamente l’aspettativa di vincita in chips, senza quindi valutazioni monetarie per cui si dovrebbe scomodare l’ICM.

A cash game, invece, il valore nominale della chip equivale a quello monetario dal momento che in questi tavoli la cEv coincide con la $Ev.

Il ruolo di ante e rake

Potrebbe sembrare secondario, ma il fatto che nei tornei di poker ci siano ante e rake cambia più o meno tutto.

Nei tornei, infatti, le ante aumentano l’importo che può essere vinto chiamando. Al contrario, nel cash game l’importo che può essere vinto è inferiore per via della rake.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Nonostante sia dello stesso importo, dunque, il call da big blind dopo l’apertura di cutoff ha una aspettativa di vincita diversa tra tornei e tavoli cash game.

 

EV diverse

Dato il ruolo delle ante, aggiungendo 1,3bb dopo l’apertura di cutoff si ha la possibilità di vincere 6,1bb. Il punto di break-even del call è quindi al 21%.

Nel cash game invece, stante l’assenza delle ante e assumendo che 0,6bb andranno in rake, chiamando 1,3bb da grande buio sulla apertura di cutoff potremo vincere 4,5bb.

Il punto di break-even del call è quindi del 29%, di ben otto punti percentuali più alto rispetto a quello dei tornei di poker.

Possiamo riassumere le conclusioni con una comoda tabella:

clicca per ingrandire

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari