Monday, Jul. 4, 2022

Strategia

Scritto da:

|

il 11 Feb 2022

|

 

Quando bluffi in multiway e sbatti su un quads slowrollato: l’analisi di Jonathan Little

Quando bluffi in multiway e sbatti su un quads slowrollato: l’analisi di Jonathan Little

Area

Vuoi approfondire?

La scarica di adrenalina che dà un bluff riuscito al tavolo da gioco è un po’ l’essenza del poker, ma bisogna stare attenti a non voler strafare.

Il bluff è una vera e propria arte che si basa su alcune regole fondamentali: non rispettarle può aprire le porte a una vera e propria Caporetto.

Ne è un esempio lo spot di Matt Vaughan analizzato da Jonathan Little sul portale PokerNews: il vlogger statunitense cerca il bluff in multiway ma prende il palo contro un quads slowrollato.

Avrebbe potuto giocare diversamente? Scopriamolo subito.

 

La mano

Partita di cash game live 2$/5$/10$, tutti i giocatori sono seduti con uno stack compreso tra 1.000$ e 1.300$.

Un giocatore da early position openlimpa 10$, un giocatore da middle position rilancia 30$, chiamano bottone, small blind e Vaughan dallo straddle con A8.

Flop J92 giro di check.

Turn 9 Vaughan bet 90$, chiama il solo small blind.

River BLANK Vaughan all-in per 310$, oppo slowrolla 30 secondi prima di chiamare con 99 per il quads!

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

 

L’analisi di Little

Preflop Vaughan poteva essere tentato dallo squeeze con un pensiero tipo “sono su straddle, devo dare battaglia”. Ma nonostante questo pensiero, è un grande spot per chiamare. Evitate di giocare troppo loose e aggressivi sullo straddle, che è una cosa che fanno in tanti.

Mettiamo che al flop il giocatore che ha rilanciato pre avesse continuato per 60$: cosa avrebbe dovuto fare Vaughan? Foldare asso carta alta con backdoor di scala e colore, chiamare, rilanciare a 180$ o a 300$?

A mio avviso in questa situazione ipotetica avrebbe dovuto foldare. Ma è un punto discutibile perché al flop nessuno ha puntato. Al turn Vaughan dice che probabilmente non avrebbe dovuto fare il tentativo, ma d’altro canto chiedo, perché non dovremmo provarci dopo un giro di check?

Ci sono molteplici combinazioni di mani che chiameranno una bet sul 9 turn dopo aver checkato al flop. Dopo il giro di check al flop tutti i range dovrebbero avere mani comprese tra punti chiusi marginali e spazzatura. Tante mani con una carta a cuori hanno preso equity su questo turn e difficilmente folderanno a una bet.

Se bluffi questo turn sarà estremamente difficile dire se sei davanti a una mano fatta premium o ad aria completa. In più dovresti essere meno incline al bluff nei multiway pot. Se decidi di bluffare contro più avversari allora dovresti scegliere mani di tipo semibluff, che comunque possono migliorare la loro equity strada facendo.

In questa situazione se provi a bluffare il turn devi continuare a bluffare al river. Dopo che Vaughan bluffa il turn dovrebbe bluffare sulla maggior parte dei river siccome ci sono tantissime mani che possono chiamare una bet al turn per poi foldare in ultima strada, come A-K o A-Q con una carta a cuori – dando per scontato che il river non sia cuori.

Vaughan decide di bluffare con una bet di 90$ e l’azione arriva al giocatore su small blind che ci pensa un po’ prima di chiamare. Lo small blind poi checka al river. La carta non viene mostrata da Vaughan nel suo blog, dice solo che è una blank.

Il ragazzo continua il suo bluff al river andando all-in per 310$ effettivi, che sono le chips che restano al suo avversario. Sfortunatamente per Vaughan l’avversario lo slowrolla prima di chiamare con quads.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari