Thursday, Apr. 25, 2024

Strategia

Scritto da:

|

il 13 Mar 2024

|

 

Anche (e soprattutto) nel poker, “In medio stat virtus”

Anche (e soprattutto) nel poker, “In medio stat virtus”

Area

Vuoi approfondire?

Ci sono molti modi di affrontare un periodo di qualsivoglia fattispecie durante la carriera di un pokerista, che sia esso positivo oppure negativo. 

Ne abbiamo spesso parlato quando ci siamo riferiti ai tilt derivati dalle giornate negative, ma vi è anche un periodo in cui vi è da fare attenzione all’indomani di una bella vittoria, oppure di un periodo che non riusciamo a riconoscere come di semplice good run.

Insomma, il pericolo è sempre dietro l’angolo: ecco come evitarlo.

Evitiamo di intendere il profitto come una vittoria

La varianza dà e la varianza toglie. I giocatori che diventano eccessivamente euforici dopo una buona sessione al 10 buy-in cash game, sono spesso devastati quando ne perdono nove la settimana successiva.

I players che non consentono ai periodi positivi di originare l’illusione del successo, affronteranno molto meglio il successivo e inevitabile periodo negativo.

La fortuna nel poker è sempre maggiore di quanto sembri quando si vince e non è mai così estrema come sembra quando si perde.

Evita la trappola di dare merito solo alla tua abilità per i periodi buoni e di attribuire la colpa dei periodi peggiori solo alla sfortuna, è sempre un buon consiglio.

Quando vinci €70 giocando al 10NL, cerca di ricordare a te stesso che la tua vincita oraria è solo di €3,50 (o qualunque tu pensi che sia) e che gli altri €66,50 saranno probabilmente risucchiati dalla varianza nel prossimo futuro.

Evitiamo di intendere una sessione negativa come una sconfitta

Se è vero quello che abbiamo scritto nel paragrafo precedente, altrettanto lo è il suo esatto contrario.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Non si può pensare ad una sessione negativa, seppur pesante, come la fine dei nostri giorni da pokerista.

Esattamente come nel caso precedente, occorre ragionare a medio e lungo termine e se siamo stati fortunati a dilatare la nostra vincita media oraria durante una sessione di 5/6 ore, non saremmo certo diventati improvvisamente dei buoni a nulla se incocciamo una giornata negativa. 

Se sei un giocatore vincente a lungo termine, le peggiori sessioni in passivo sono un’illusione tanto quanto le tue grandi sessioni vincenti.

Prendiamo l’esempio di un professionista che si aspetta di vincere €55 l’ora giocando ai tornei. Naturalmente, queste vincite non vengono distribuite in pagamenti orari regolari, ma in lunghi peridi di costanti perdite di denaro seguite da improvvise grandi entrate per recuperare le perdite e andare in positivo.

Quando il tuo grafico sta tendendo al ribasso, cerca di ricordare che tutti i piccoli premi che guadagni entrando solamente in the money, ti manterranno a galla a lungo termine.

Quando perdi €500 per tre giorni di seguito, stai semplicemente pagando la tua quota per poi vincere all’improvviso, ad esempio, €10.000.

Il prossimo grande risultato potrebbe essere dietro l’angolo, ma solo se riuscirai a restare concentrato e giocare al meglio.

Vedere i periodi di sconfitta come intermezzi necessari tra le grandi vittorie, ti manterrà motivato e, al contempo, disciplinato.

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari