Tuesday, Jul. 16, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 7 Giu 2012

|

 

WSOP 2012 – Galb si ferma Heads Up, Alioto al Day2

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP 2012 – Galb si ferma Heads Up, Alioto al Day2

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

L’evento #14 NLHE Shootout ha visto oggi protagonisti ben tre giocatori di Sisal Poker: Gabriele Lepore, Niccolò Caramatti e Cristiano Guerra. E’ Galb quello che arriva più lontano, ma deve arrendersi all’heads up finale, ad un passo dai premi. Dario Alioto invece macina chip e approda al Day2 dell’evento #15 di Seven Card Stud Hi-Lo.

ALIOTO AL DAY 2 DEL #15 – Gira bene il torneo di Dario Alioto che si riesce a qualificare al Day2 dell’evento #15, il Seven Card Stud Hi-Lo Split 8 or Better da 5.000$. Il capitano di Sisal Poker chiude la giornata con 21.000 chip, praticamente in average, quando sono in 137 rimasti in gioco sui 212 player ai nastri di partenza. Più di venti bui e 24 giocatori a premio, questa potrebbe essere la chance per Dario di raggiungere il primo risultato importante di queste WSOP 2012 che ancora non lo hanno visto protagonista.

SHOOT-OUT SENZA GLORIA – Niente da fare per il Team di Sisal Poker all’evento #14: la formula shootout prevede che solo un giocatore per ogni tavolo avanzi al turno successivo, e conquisti di conseguenza l’ITM, ma nessuno fra Lepore, Guerra e Caramatti è riuscito ad arrivare.

GALB SI FERMA ALL’HEADS UP – E’ Galb quello che si spinge più lontano, approdando all’heads up da chipleader, ma poi trovando tre two pair di fila che coolerano i suoi punti e lo costringono ad arrendersi. Amaro in bocca per Lepore che aveva la partita in mano, ma l’ultima spinta è mancata.

CARAMATTI CARD DEAD – Caramatti invece è praticamente card dead: dopo essere andato in set mining senza successo per un paio di volte, e aver splittato AQ vs AQ, trova AKs con la top pair sul flop K64, ma l’avversario ha inspiegabilmente giocato con 64 e chiude il torneo di Caramatti.

BAD RUN CONTINUA PER CRISBUS – Cristiano Guerra questa volta vede davvero nero: esce dopo solo sei mani contro un giocatore molto loose che aveva già mostrato il suo stile di gioco eccessivamente aperto in una mano precedente. Così Cristiano trova un bel colore al river col quale si sente nuts, ma oppo ha floppato set e chiuso il full al turn. Ancora niente gioia per Crisbus che sembra colpito da una maledizione viste le mani con cui è uscito a queste WSOP.

PROSSIMI IMPEGNI – Mentre Alioto domani sarà impegnato nel Day2, Cristiano Guerra, Niccolò Caramatti, Gabriele Lepore e Marco Fantini (al suo esordio in queste WSOP 2012) giocheranno l’evento #16: il No Limit Hold’Em 6-handed da 1.500$. Un torneo che sarà sicuramente popolato da un field numerosissimo ma allo stesso tempo pieno di grandi campioni. Lo start è previsto per domani alle 12.00, orario Las Vegas.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari