Sunday, Aug. 18, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 17 Nov 2014

|

 

IPO16 Day3 – Chipleader Incognito al final table

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

IPO16 Day3 – Chipleader Incognito al final table

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

È un Giuseppe Incognito in gran forma quello che, al termine del Day3 della sedicesima edizione dell’Italian Poker Open di Campione d’Italia mette nella busta 5.080.000 gettoni, ovvero lo stack meglio fornito tra gli otto rimasti a contendersi la prima moneta – ben 70 mila Euro – del torneo.

Iniziavano in 66 – tutti naturalmente reduci dai giorni di gara precenti – con Tommaso Bonini davanti a tutti. Ancora in gara diversi volti noti del poker italiano. Tra loro anche Luciano Delli Santi e un Giannino Kart in buona forma. L’obiettivo primario è comunque ben chiaro per tutti: la zona ITM fissata a 60 left e dunque ad appena un passo già a inizio giornata. Un passo che tuttavia non è semplice compiere, tanto che c’è chi incespica già nelle prime battute di gara. Delli Santi busta Cirigliano, mentre Matteo Taddia soccombe poco dopo quando, con coppia di donne, deve arrendersi in flip contro l’asso kappa dell’avversario. Dopo un attimo di esitazione, il ritmo ritrova il suo garbo e si arriva facilmente all’hand or hand.

E qui bisognerà pazientare un attimo. Servono infatti diversi showdown, alcuni dei quali – almeno sulla carta – decisamente a sfavore dello short di turno, per determinare la fatidica eliminazione dell’uomo bolla. Alla fine però:

15:00 Signori, siete tutti a premio — Tranne Yossei Hagai che poco prima aveva perso oltre mezzo stack perdendo con AA contro KK dello short. Ora con A K ci rimette il resto contro coppia di sei. Ora i 60 rimasti in gara sono tutti quanti a premio.

Una volta regolati i conti economici e messi in tasca i soldi spesi sin qui, i giocatori riacquistano il loro consueto cipiglio e riprendono a spingere le chip in mezzo al tavolo. Lo si può notare dalla lunga lista di eliminazioni nel post-bolla. Perdiamo così lungo la strada Provenzano, De Carli, Parades e Baldo. Proprio in questa fase di gioco Raz Alon, già chipleader del Day1A, si fa rivedere ai piani alti del chipcount. Toccata e fuga in realtà, perché viene immediatamente spodestato da Luciano Delli Santi. Ecco la mano così come è stata raccontata sul nostro Social Blog:

19:00 Delli Santi su Incognito – Apre Delli Santi da HJ per 65.000, chiama Incognito da BB. Flop AJ6. Check, 85.000 e call. Turn Q. Check di Incognito, bet 115.000 di Delli Santi, raise 260 mila e call a girare il River 7 sul quale Incognito mette 200.000. Delli Santi snappa e gira JJ. Per Incognito 67 per la doppia perdente. Delli Santi vola così a 2.300.000 chip e lascia Incognito con pochi blind.

Si arriva così nelle fasi calde della giornata quando, con l’accorciarsi del field in gara, si riducono i tavoli e i premi si fanno più interessanti. Il gioco in 16 si protrae piuttosto a lungo. È proprio qui che Incognito, dopo essere rimasto con appena 3 grandi bui durante il colpo contro Delli Santi, inizia a riprendere terreno per il grande rush finale eliminando Tommaso Bonini in dodicesima posizione.

Luciano Delli Santi

Luciano Delli Santi

Alla fine, dopo l’eliminazione di Lavinio Fortunato, questa volta per mano di Angelo Corona, i giocatori vengono riuniti su di un solo tavolo. Ultimo step per la giornata dierna è quella di trovare il nono classificato per poi riprendere al tavolo finale televisivo in occasione della giornata conclusiva. Alla fine anche quest’ultima eliminazione arriva. Tocca a Luciano Delli Santi abbandonare il torneo in nona posizione. Per lui €5.510 di ricompensa e conforto. I giochi riprenderanno dunque alle 14:00 con Giuseppe Incognito in cima al count e gli ultimi otto giocatori in lizza per la prima, succulenta, moneta di €70.000.

Chipcount Final Table

01 – Juri Piccone 1.500.000
02 – Corona Angelo 4.770.000
03 – Francesco Della Sala 2.070.000
04 – Peyron Jean Marie 2.810.000
05 – Raz Alon 4.660.000
06 – Incognito Giuseppe 5.080.000
07 – Nousse Pierre 1.470.000
08 – Percossi Luigi 3.600.000

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari