Wednesday, Nov. 20, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 6 Gen 2015

|

 

IPO 17 Day3 – Giuseppe Cristaudo tenta il bis!

IPO 17 Day3 – Giuseppe Cristaudo tenta il bis!

Area

Vuoi approfondire?

Argomenti correlati

IPO 17 – Sulla carta poteva anche essere una giornata senza fine. Perché ridurre il field dagli 87 ancora in gioco a inizio giornata fino ai 9 del tavolo finale sembra un compito impossibile più che difficile. Anche in virtù di un payout delle grandi occasioni che, forte delle presenze record di questa tappa, assegnerà 175 mila euro al primo classificato. Ovvio che prima di “metterle tutte” ci si pensi un bel po’.

I big in gara sono ancora tanti. Da un Max Pescatori ben lanciato dopo due giorni di gara pressoché perfetti, a un Alessandro Meoni che ritrova il poker ad alti livelli dopo un periodo di vacanza e ci tiene fin da subito a chiarire che non ha dimenticato assolutamente nulla di come si tengono le carte in mano. Unica donna rimasta in gara è Michela Antolini che oltre a mettere il primo ITM della stagione, trova anche il tempo per una bella chiacchierata coi noi.

La giornata inizia subito con ritmi incalzanti. Pronti via e Alfonso Amendola deve già abbandonare il torneo. Lo seguono a ruota diversi giocatori e così il field si riduce di una decina di player già durante la prima mezz’ora.  Si continua così e proprio mentre Gianluca Trebbi mette da parte le chip di un raddoppio, ClaudioSwissyRinaldi saluta tutti perdendo un classico coin flip quando, con asso donna, manda i resti trovando il call dell’avversario con coppia di jack. È proprio in questa fase di gioco che perdiamo anche Max Pescatori.

«Non è che abbia cose particolari da raccontare — confessa il Pirata — non ho vinto un colpo oggi e giocare così è piuttosto difficile. La mano finale poi era scritta, perché ho mandato i miei ultimi dieci grandi bui con asso e dieci trovando un avversario bello pieno con asso e kappa. Ovviamente il board non mi ha aiutato… oggi va così!»

Max Pescatori

Max Pescatori

Si arriva alla pausa cena con soltanto 23 giocatori ancora in gara. Al rientro arriva il momento magico per Dell’Oglio che, eliminando Chamseddine, vola in cima al chipcount con oltre cinque milioni di chip; la sua avventura tra i primi del chipcount non dura a lungo, visto che sarà proprio lui a sbollare il final table. Mentre Dall’Oglio scende, sale in cattedra una vecchia conoscenza dell’Italian Poker Open. Parliamo di Giuseppe Cristaudo, già vincitore dell’ottava edizione e oggi in grandissima forma. Al termine del Day3 metterà nella busta la bellezza di 12.405.000 chip. Ecco il chipcount del tavolo finale:

  1. Giuseppe Cristaudo 12.405.000
  2. Holgev Romes 11.000.000
  3. Francesco Del Foco 7.500.000
  4. Matic Milenko 5.985.000
  5. Cristiano Viali 522.0000
  6. Gianluca Trebbi 4.485.000
  7. Diego Raimondi 3.700.000
  8. Marco Massetani 3.660.000
  9. Cedric Cloarec 2.595.000

Ora non resta che attendere il verdetto finale di questa 17esima edizione dell’Italian Poker Open. A partire dalle 14:00, seguite la diretta con noi!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari