Tuesday, Aug. 20, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 9 Mag 2015

|

 

Trionfa il 20enne Adrian Mateos, primo spagnolo a sollevare la picca del Main Event EPT!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Trionfa il 20enne Adrian Mateos, primo spagnolo a sollevare la picca del Main Event EPT!

Area

Vuoi approfondire?

Niente male a 20 anni esser già campioni delle WSOPE e del Grand Final EPT.

La doppietta l’ha messa a segno Adrian Mateos, classe ’94, che ieri ha battuto gli ultimi cinque avversari per far sua la picca del Main Event e 1.082.000 euro di prima moneta.

Il primo, ieri, a doversi alzare dal tavolo è stato il tedesco Ole Schemion, il favorito della vigilia. Dopo essersi accorciato pesantemente in una mano contro il senegalese Fares (doppia coppia contro colore nut), ha messo in mezzo il restante stack con A-3 ed è stato chiamato da Mateos con A-K. Board senza sussulti e 233.500 euro per uno dei torneisti più forti al mondo.

Nulla da fare anche per Jose Carlos Garcia, altro giocatore esperto che ha dimostrato di possedere ottime qualità in questi giorni. Da short-stack ha pushato con A-9 suited, trovando il facile call di Fares con A-K. Niente ‘scoppio’, quindi quinto posto e 297.250 euro per il polacco di origine spagnola.

A quattro left, con tutti i player piuttosto deep, il gioco si è fatto decisamente tecnico, con mani interessanti sviluppatesi nel post flop.

Molto bella quella che ha coinvolto i due più skillati al tavolo, Adrian Mateos e Johnny Lodden. Eccola:

lodden

Con qualche ‘scoria’ dopo questa mano, il norvegese è incappato poi nell’eliminazione al quarto posto (379.000€), peraltro a seguito di uno showdown sfortunato contro l’inarrestabile Fares.

L’asso-donna di Lodden non ce l’ha fatta contro A-9 del senegalese, che ha preso al flop uno dei tre suoi kicker ancora nel mazzo.

Sul gradino più basso del podio, invece, è salito il libanese El Asmar, ‘colpevole’ di aver overplayato la sua top pair contro l’overpair posseduta dal solito Fares. Può comunque esser molto soddisfatto della sua prestazione, dato che prima di questo non aveva risultati di rilievo in carriera. Per lui, dunque, un premio di 486.000 euro.

Il testa a testa parte con Fares in netto vantaggio su Mateos: 11.200.000 chips per il primo e 5.500.000 per il secondo.

Grazie a una maggiore tecnica, lo spagnolo ha colmato velocemente il gap e in pratica ha chiuso i conti a seguito di questa mano: apre Fares con A-9 off, flatta Mateos con 7-4 suited; il flop recita A 4 7, lo spagnolo check-raisa a 1.100.000 la bet da 425.000 dell’avversario, che non ci sta e va in three-bet fino a 2.675.000 chips, Adrian opta quindi per il push a 7.045.000 trovando il veloce call di Fares; un Jack al turn e un King al river, di fatto, consegnano il trofeo all’iberico.

Rimasto con meno di 20 bui, Fares infatti le metterà poco dopo tutte in mezzo con A-6 di picche, incappando però nel facile call di Mateos con A-8. Un otto al flop, poi, ha chiuso definitivamente la disputa.

Adrian Mateos è il nuovo campione del Grand Final EPT, olè!

 

Payout:

  1. Adrian Mateos 1.082.000€
  2. Muyedine Fares 679.000€
  3. Hady El Asmar 486.000€
  4. Johnny Lodden 379.000€
  5. Jose Carlos Garcia 297.250€
  6. Ole Schemion 233.500€

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari