Monday, Aug. 19, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 12 Giu 2019

|

 

WSOP – Sognano in sei al Millie Maker! Braccialetti per Jim Bechtel e Jorden Fox

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP – Sognano in sei al Millie Maker! Braccialetti per Jim Bechtel e Jorden Fox

Area

Vuoi approfondire?

Ci arrivano altre bellissime storie dal Rio di Las Vegas.

Mentre nel Millie Maker sono rimasti in sei a sognare la prima moneta, altri fortunati giocatori si sono messi al polso un bel braccialetto.

È da record quello di Jim Bechtel, già vincitore nel lontano 1993 del Main Event delle World Series! Quello di Jorden Fox è invece una specie di vittoria in famiglia. Ecco tutti i dettagli…

 

Event #19: Millionaire Maker – $1,500 NL Hold’em

Il Day 4 ha ridotto da 34 a 6 gli aspiranti milionari dell’evento 19. Il giapponese Ikeuchi è il favorito al momento, stando al count. Al decimo posto ha chiuso la spagnola Ana Marquez, ambasciatrice di 888poker; al 13° posto Keith Lehr e al 20° Calvin Anderson. Ecco il quadro completo della situazione:

 

Seat 1 – Cory Albertson, United States – 57,475,000 (48 bb)
Seat 2 – Lokesh Garg, United States – 28,800,000 (24 bb)
Seat 3 – Kazuki Ikeuchi, Japan – 60,750,000 (51 bb)
Seat 4 – John Gorsush, United States – 23,450,000 (20 bb)
Seat 5 – Joshua Thibodaux, United States – 26,975,000 (22 bb)
Seat 6 – Vincas Tamasauskas, Lithuania – 22,600,000 (19 bb)

 

1 $1,344,930
2 $830,783
3 $619,017
4 $464,375
5 $350,758
6 $266,771

 

Event #21: $10,000 NL 2-7 Lowball Draw Championship

Sono passati 26 anni da quando Jim Bechtel vinse il Main Event delle WSOP nel 1993. Oggi questo nonno americano 67enne si è ripetuto in mezzo a un field mica male!

Il suo è un record: nessuno aveva mai fatto passare così tanto tempo prima di vincere il secondo braccialetto in carriera.

Bechtel non ne sapeva niente: “Non so se sia un buon record. Ma sono felice comunque. Il ‘deuce’ è la variante più vera e difficile del poker. Serve tanta lettura dell’avversario e bluff perché è difficile chiudere mani forti“.

Ecco il payout finale che vede JR Bellande chiudere in quinta posizione:

 

1 – Jim Bechtel, United States – $253,817
2 – Vince Musso, United States – $156,872
3 – Darren Elias, United States – $109,738
4 – Prahlad Friedman, United States – $78,157
5 – Jean-Robert Bellande, United States – $55,693
6 – Pedro Bromfman, Brazil – $41,897
7 – Paul Volpe, United States – $31,556

 

 

Event #22: $1,000 Double Stack NL Hold’em

In un field fatto di 3.253 entries è stato alla fine il 32enne americano Jorden Fox qui a mettere tutti in riga conquistando un braccialetto da oltre 420mila dollari.

Tempismo perfetto, considerando che sarà papà tra circa un mese! “Ero qui per giocare solo tre tornei. Al terzo tentativo ho vinto. Incredibile. Comprerò tanti pannolini“.

A fare il tifo per lui c’erano il padre, il fratello e il cugino, tutti giocatori delle WSOP: “Veniamo qua ogni estate, è una cosa di famiglia. Ci facciamo il tifo a vicenda. Mio padre è arrivato 100° nel Main del 2015, io 27° lo scorso anno“. Bellissima storia, davvero. Complimenti a questa famiglia di pokeristi che ora vanta un braccialettato in casa!

 

1 – Jorden Fox, United States – $420,693
2 – Jayachandra Gangaiah, United States – $259,834
3 – Jeffrey Smith, United States – $191,789
4 – Simon Legat, France – $142,648
5 – Marco Garcia, United States – $106,917
6 – Ryan Teves, United States – $80,760
7 – Scott Vener, United States – $61,480
8 – Andrew Glauberg, United States – $47,173
9 – Christopher Andler, Sweden – $36,484

 

 

Event #23: $1,500 Eight Game Mix

Il campione in carica, il britannico Philip Long, è uscito quarto in una mano di Omaha Hi-Lo al final table dell’Eight Game Mix.

Un lungo Day 3 non è poi bastato per scoprire il nome di un vincitore. Chris Klodnicki è uscito terzo in una mano di 2-7 Triple Draw e così i due protagonisti dell’heads-up hanno deciso di andare a riposarsi senza giocare l’ultimo livello di giornata.

Chi la spunterà infine tra Rami Boukai e John Evans? Boukai insegue il secondo braccialetto in carriera e comanda con 4.565.000 chips contro 1.545.000 pezzi di Evans.

 

1 – $177,294
2 – $109,553
3 – Chris Klodnicki, US – $72,933
4 – Philip Long, GB – $49,531
5 – Allen Kessler; US – $34,329
6 – Donny Rubinstein, US – $24,292

 

Event #25: $600 PL Omaha Deepstack

Sono rimasti in 12 qui a contendersi un titolo da 205.605 dollaroni. Al comando del count c’è nettamente Corey Wright seguito dall’austriaco Florian Fuchs. C’è poi Tom Franklin, unico player superstite che un braccialetto in bacheca già ce l’ha.

 

Corey Wright- US – 16,025,000
Florian Fuchs, AT – 12,800,000
Tom Franklin, US – 9,150,000
Andrew Donabedian, US – 7,450,000
Alexandru Ivan, US – 5,575,000
Eric Sain, US – 4,950,000
Alexander Condon, US – 4,300,000
Cheli Lin, TD – 4,025,000
Mihai Niste, RO – 3,750,000
Robert Valden, US – 3,500,000
Todd Dreyer, US – 3,050,000
Michael Bartov, SE – 2,900,000

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari