Thursday, Sep. 19, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 11 Giu 2019

|

 

WSOP 2019 – Virgilio di Cicco si ferma al 114° posto: è lui miglior italiano al Milly Maker, primo ITM per Pescatori!

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

WSOP 2019 – Virgilio di Cicco si ferma al 114° posto: è lui miglior italiano al Milly Maker, primo ITM per Pescatori!

Area

Vuoi approfondire?

Le speranze di un exploit azzurro al Millionaire Maker si spengono con l’eliminazione di Virgilio Di Cicco a pochi passi dalla Top 100.

Max Pescatori ci riprova nel 1.500$ Eight Game Mix e piazza la sua prima bandierina alle WSOP 2019 ma non va oltre il 77° posto.

Tutto in una notte nell’evento PLO 6-handed online: Josh Pollock batte Jason Gooch e vince il suo secondo braccialetto in carriera nella sua variante preferita.

#19 Millionaire Maker – Buy-in 1.500$

Considerando lo stack di partenza al Day4, il 114° posto di Virgilio Di Cicco può definirsi tranquillamente un’impresa. Il nostro portacolori infatti ripartiva con 38.700 gettoni ai blind 8K/16K, poco più di due big blind.

La fortuna però ha deciso di dargli la spinta necessaria a risalire la china e double-up dopo double-up il buon Virgilio riesce a raggiungere il 114° posto intascando 8.893$. La stessa cifra che incassa Mario Perati, miglior italiano al Day3, che ripartiva con 690mila chip. Purtroppo la sua corsa termina in 156° posizione nonostante i 40 BB a disposizione. Buon risultato anche per gli altri due azzurri in corsa, Augusto Cavazzini (236° per 6657$) e Alfonso Amendola (284° per 6.657$).

I 34 superstiti che si ripresenteranno quest’oggi a caccia del braccialetto per una prima moneta milionaria vedono in testa il terzetto composto da Josh ReichardAndrew HinrichsenCory Albertson. Occhio però al vincitore del Main WCOOP 2017, Steven Van Zadelhoff: l’olandese infatti, più agguerrito che mai, ripartirà dalla 5° posizione nel count.

Ecco la top 10 provvisoria:

1 Josh Reichard 20,645,000
2 Andrew Hinrichsen 18,700,000
3 Cory Albertson 15,150,000
4 Fabian Gumz 11,475,000
5 Steven van Zadelhoff 10,600,000
6 Jacob Naumann 10,565,000
7 Stephen Nussrallah 9,960,000
8 Joao Simao 9,050,000
9 Nathan Russler 7,060,000
10 Damon Musgrave 7,045,000

#23 Eight Game Mix – Buy-in 1.500$

Poteva andare senz’altro meglio, ma visto lo start non proprio entusiasmante la prima bandierina piazzata da Max Pescatori è sicuramente un buon segnale. Il “Pirata” chiude al 77° posto per 2.320$ e rimanda l’appuntamento col suo 5° braccialetto a data da destinarsi.

Dei 225 giocatori passati al Day2 soltanto 28 si ripresenteranno quest’oggi per contendersi il titolo di campione, con Alex Livingston in testa a tutti (587.000 chip) seguito da Chris Vitch (395.000) e Murilo Souza (383.000). Da segnalare la presenza del pro statunitense Matt Glantz in 7° piazza: nonstante i quasi 7 milioni di dollari lordi incassati nei tornei live non è ancora riuscito a vincere un braccialetto. Che sia la volta buona?

Ecco la situazione alla chiusura delle buste:

#24 Pot Limit Omaha 6-handed Online – Buy-in 600$

L’evento online Pot Limit Omaha 6-handed finisce tra le mani di Josh Pollock, che conferma la sua abilità nella variante a distanza di 6 anni dal suo primo braccialetto alle WSOP. Poco importa se stavolta il successo arriva online, il pro americano sbaraglia una concorrenza di 1.216 giocatori e si porta a casa ben 139.470$ battendo in heads-up Jason Gooch, che si deve accontentare di 85.560$. Terzo Jared Bleznick per 59.163$.

Impresa sfiorata per il sempreverde Phil Galfond, che conclude la sua deep-run in 5° posizione per 29.680$, mentre continua ad impressionare Shaun Deeb, Player Of The Year nella scorsa edizione delle Series, capace di raggiungere la 13° piazza per 5.647$.

La classifica provvisoria di quest’anno vede Dan Zack in testa a tutti con un braccialetto conquistato nel Limit Mixed Triple Draw e 5 ITM totali, ma Deeb non starà certo a guardare: per lui 5 bandierine e un final table chiuso in 9° piazza, che gli valgono la 30° posizione a pochi eventi da giro di boa. Considerando la sua indiscutibile abilità in qualsiasi variante, la caccia al 5° braccialetto in carriera e una possibile rimonta nel ranking POY non sono affatto da escludere.

Ecco l’ordine di arrivo dei sei finalisti al PLO 6-handed:

1 Josh Pollock 139.470$
2 Jason Gooch 85.560$
3 Jared Bleznick 59.163$
4 Martin Zamani 41.565$
5 Phil Galfond 29.680$
6 Chris Back 21.538$

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari