Monday, Aug. 19, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 14 Ago 2019

|

 

Triton SHR: Kisacikoglu rimonta vincente, superati Troyanovksiy e Ben Heath

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Triton SHR: Kisacikoglu rimonta vincente, superati Troyanovksiy e Ben Heath

Area

Vuoi approfondire?

Al King’s Resort si parla turco nel “€100.000 Triton Super High Roller“, grazie all’impresa di Orpen Kisacikoglu. Il player turco dopo un day 1 difficile, trova la rimonta nel final day e va a prendersi la vittoria finale, condita da una prima moneta da 1.040.000€. Battuti sul traguardo due pezzi da novanta come Vladimiry Troyanovksiy e Ben Heath.

Il russo è il nuovo runner up dell’evento, mentre l’inglese sale sul gradino più basso del podio. La vera beffa però è per Igor Kurganov: leader alla fine della prima giornata, centra la seconda bolla consecutiva, dopo quella ottenuta all’evento da 1 milione di sterline sempre alle Triton Series, ma in quel di Londra pochi giorni fa. Due eliminazioni che sicuramente fanno molto male.

Se nella prima giornata sono stati 28 gli ingressi, alla ripresa dei giochi altri 4 players decidono di versare il pesante buyin e di lanciarsi nella mischia. Il numero complessivo dei paganti recita 32 e nel montepremi ci vanno la bellezza di 3.040.000 euro. La zona “In the Money” è riservata a sei giocatori, dove il cash minimo corrisponde a 213 mila euro, mentre al campione andranno appunto 1.040.000€. In pratica si spartiranno il malloppo i sei finalisti del tavolo finale.

In 25 quindi combattono per raggiungere la zona premi e l’ultimo ad arrendersi è Kurganov. Il russo, dopo essere sceso in maniera pesante nel count, ci prova in bvb con 7-5 e trova il call di Cary Katz dal grande buio con A-10. Il board 4-3-3-Q-J lo condanna alla seconda eliminazione in bolla in appena sette giorni. Una maledizione per Igor.

Raggiunta la zona “In the Money” i players iniziano a giocare più sciolti e dopo una serie di raddoppi, spetta all’unica donna in gara avviarsi alle casse. Kristen Bicknell, affondata in precedenza da Vladimiry Troyanovksiy, decide di giocare il tutto per tutto con A-3. Per sua sfortuna il futuro campione snappa con gli assi e per la quota rosa il torneo si esaurisce al sesto posto.

Non va meglio a Cary Katz, il quale muove allin con 8 7 sul flop 5 3 2 e arriva il call dall’altra parte di Vladimir Troyanovskiy con Q 6 . Turn e river non cambiano la sostanza e se la dama del russo vale il pot, per il player a stelle e strisce c’è il capolinea. Ai piedi del podio si ferma anche la corsa di Wai Kin Yong.

Impressionante il rush del malese nelle ultime settimane. Dopo una prima e una seconda piazza ottenuta a Londra, Yong lascia il segno anche a Rozvadov. Per lui i giochi si chiudono quando pusha da bottone con Q-9 e Ben Heath chiama dal grande buio con Q-10. La mano del britannico tiene e restano in tre a giocarsi il titolo di campione.

In questa fase è un continuo capovolgimento di fronte, con la leadership che passa di mano in mano con altissima frequenza. Poi è lo stesso Ben Heath a mollare la presa in terza posizione. L’inglese muove allin con A-10 e va in coinflip rispetto a 2-2 di Orpen Kisacikoglu. La coppia del turco tiene ed arriva il momento dell’inedito testa a testa.

Da una parte Orpen che ha uno stack di 3.500.000 chips e dall’altra Vladimir Troyanovskiy a quota 2.900.000 unità. Il russo parte meglio e trova anche il raddoppio che lo lancia al comando nel count. Ma è solo una mera illusione per Vladimir: Kisacikoglu reagisce prontamente e dopo aver riconquistato la vetta, va a chiudere la battaglia.

Nella mano finale Vladimir Troyanovskiy apre a 250.000 con 9 8 e chiama il rivale con 10 8. Il flop 8 3 2 induce il turco al check/raise allin, dopo la bet a 300.000 del russo. Vladimir gioca per un totale di 2.800.000 e si va allo showdown. Serve un nove a quest’ultimo per ribaltare la situazione, ma un J al turn e un K al river assegnano la vittoria a Orpen Kisacikoglu.

L’ordine di arrivo

1 Orpen Kisacikoglu Turkey
2 Vladimiry Troyanovksiy Russia
3 Ben Heath United Kingdom
4 Wai Kin Yong Malaysia
5 Cary Katz United States
6 Kristen Bicknell

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari