Monday, Sep. 23, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 24 Ago 2019

|

 

Che aria si respira all’EPT Barcellona?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Che aria si respira all’EPT Barcellona?

Area

Vuoi approfondire?

Cosa c’è di meglio di una bella trasferta pokeristica in una delle città più belle d’Europa?

Il festival EPT, qui a Barcellona, è già cominciato come abbiamo potuto apprezzare dalla massiccia affluenza al National da 1.100€ (qui gli italiani in gara al final day).

In attesa dello start del Main Event, in programma lunedì 26, vi portiamo un po’ in giro per darvi un’idea di che aria tira da queste parti…

Chillin’ Saturday

La spiaggia di Barceloneta, appena fuori dal Casinò.

Ci vuole coraggio per rinunciare a una bella giornata al mare e schierarsi ai tavoli, anche se siete venuti qui proprio per questa ragione.

Il tempo è uno spettacolo, l’atmosfera che si respira attorno è la classica che pervade la tappa EPT più affollata dell’anno e anche i volti di giocatori e addetti ai lavori sono più rilassati.

Facendo un giro per i corridoi della poker room incontriamo Enrico Camosci e Roberto Morra, intenti a iscriversi all’EPT Cup da 500€:

Non proprio il massimo dopo aver bustato due volte il 10K” confessa Camosh, come non credergli.

Poker room e dintorni

La sala principale è, come sempre, stracolma.

Due tornei low buy-in, un high roller da 100K appena cominciato e le fasi finali dell’EPT National…Insomma, qualcosina da giocare c’è, ma da queste parti avremo modo di tornarci più spesso nei prossimi giorni.

Appena fuori dalla Main Room troviamo la prima chicca del festival targato PokerStars: uno store nuovo di zecca, allestito per l’occasione, con qualsiasi tipo di gadget griffato con la Picca e una solare addetta alle vendite che ci presta il suo sorriso per questo scatto.

Non solo Hold’em

Cerchiamo di scovare qualche nostro connazionale anche se, come prevedibile, la vera abbuffata si farà con lo start del Main. Tuttavia, appena fuori dal Casinò scorgiamo la coppia formata da Giada Fang e Alessandro Giordano, intenta a sorseggiare un caffé assieme a Davide Suriano.

Il tempo di sederci, ordinare qualcosa e si tirano fuori le carte: poker polacco d’ordinanza. D’altronde è pomeriggio, l’action ai tavoli latita e il clima è così invitante che rifiutare la proposta sarebbe quasi blasfemo. Il buon Alessandro riesce a trasformare la spending di un caffé e una minerale in una cena per due, ma d’altronde la sua specialità è il Texas Hold’em.

Il sottoscritto tiene alta la bandiera dei blogger, Giada si aggiudica il secondo match:

Cosa sto facendo oltre al poker giocato? Ho appena finito di curare la traduzione del “Mental Game del Poker 2”, ma ancora non so di preciso la data di uscita in Italia…” (QUI l’intervista in occasione dell’uscita del primo volume, nel 2015)

Comunque vada è una festa…

Al ritorno in sala poker, con un club sandwich in più sullo stomaco e una cerveza a dissetare, il buon Carlo Savinelli ci fa un punto sulla vita mondana qui a Barcellona:

Questa sera c’è una festa, si chiama DGTL, ci saranno millemila persone…Giocare? No, oggi mi toccherà fare il giovane!

Chi invece non disdegna le vecchie abitudini è Peppe Ruocco, che dopo un breve racconto sulla sua trasferta pokeristica si presta a questa posa da viveur consumato, assieme al duo Suriano-Cangianello. Il seat è già riservato, non resta che sedersi e metterle in mezzo:

Ho già raddoppiato” mi informa Peppe un quarto d’ora dopo. Anche il mito del blogger porta sfortuna è stato sfatato…

 

Se vi siete chiesti chi possano essere gli italiani da tenere d’occhio all’EPT Barcellona, date UNO SGUARDO QUI.

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari