Thursday, Jan. 23, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 14 Dic 2019

|

 

EPT Praga: la rivincita di Zarbo nel day 2, bene Speranza e Sammartino. Volano gli azzurri

EPT Praga: la rivincita di Zarbo nel day 2, bene Speranza e Sammartino. Volano gli azzurri

Area

Vuoi approfondire?

Una splendida dozzina. L’Italia sogna nel main event dell‘EPT Praga e sulla strada che porta al day 3 sono ben 12 gli azzurri che rivedremo in gioco. Tutti a premio, considerando che la bolla è già scoppiata e con molti di essi lanciatissimi nel count. E’ il caso di Giuseppe Zarbo: protagonista di una lunga discussione al tavolo nel day 1B, l’italiano residente in Francia è il migliore dei nostri alla fine del day 2.

Ottime prestazioni poi per Gianluca Speranza e Dario Sammartino: i due big azzurri si confermano a loro agio in eventi di questa portata. Ma la pattuglia italiana annovera altri nomi pesanti. Nel count generale invece, scalpita un fenomeno con Bryn Kenney. L’americano si porta al terzo posto provvisorio e sembra aver messo nel mirino il trionfo finale.

Partiamo dai numeri del main event all’EPT Praga. L’evento ha visto la partecipazione di 1.154 paganti, di poco inferiore ai 1.174 dello scorso anno. Raggiunto un montepremi di €5.596.900 da spartire in 167 piazze a premio. Se il cash minimo vale 8.960 euro, mentre il campione intascherà una prima moneta da 1.005.600 euro.

Scoppiata la bolla, si avviano alle casse fra gli altri i vari Tiziano Di Romualdo (165° ), Eugenio Peralta (156°) e Christian Alessi (146°). In 141 completano il giro di boa e come detto 12 sono nostri connazionali. Il migliore della truppa è Giuseppe Zarbo, il quale si prende con gli interessi quello che aveva lasciato per strada alla fine del day 1B.

L’azzurro si porta a quota 429.000 e detta il passo nel count degli italiani. Alle sue spalle scalpita Francesco Candelari con 421.000, mentre poco distante ecco la sagoma di Gianluca Speranza. Il player dell’Aquila è il solito martello al tavolo e con 417.000 prenota un posto in prima fila per la terza giornata. Sopra il muro delle 400 mila ecco Giuseppe Carbone: dopo la deep run alle Bahamas, prova l’assalto alla picca con 411.000.

In tutto questo non può mancare Dario Sammartino. “MadGenius87” imbusta 364.000 unità e strizza l’occhio alla zona medio alta della graduatoria. Molto vicino, al runner up del main event WSOP 2019, troviamo Claudio Di Giacomo. Quest’ultimo si conferma un cecchino e piazza l’ennesimo “In the Money” della sua carriera con 310.000.

Infine, passano al day 3 anche Alessio Di Cesare (237.000), Renato Hysenbelli (219.000), Francesco Delfoco (172.000), Luigi Andrea Shehadeh (160.000), Andrea Dato (117.000) e Antonio Smeraglia (58.000). Insomma giocatori di un certo spessore, con i quali è lecito sognare.

Carte in aria con il day 3 a partire dalle 12 locali, quando si riprenderà dal livello 2.000-5.000 big blind ante 5.000. Per non perdere nemmeno un secondo, clicca qui  .

La top 10 del day 2

  1. Roman Herold Germany 769.000
  2. Xiaqing Ji China 768.000
  3. Bryn Kenney United States 656.000
  4. Giorgiy Skhulukhiya Russia 634.000
  5. Luke Marsh United Kingdom 625.000
  6. Pierre Calamusa France 601.000
  7. Teun Mulder Netherlands 573.000
  8. Laurent Michot France 550.000
  9. Fidan Zahiti Sweden 543.000
  10. Akin Tuna Germany 536.000

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari