Saturday, Jul. 2, 2022

Poker Live

Scritto da:

|

il 24 Mag 2022

|

 

888Poker Live Barcellona: trionfo azzurro nel main event con Sandro Hauser

888Poker Live Barcellona: trionfo azzurro nel main event con Sandro Hauser

Area

Vuoi approfondire?

Ancora una volta l’888Poker Live Barcellona parla italiano. Merito di Sandro Hauser che rimonta nel final day e shippa il successo in terra catalana, per 56.800, dopo un ICM deal a tre left. Impresa di grande spessore per il player azzurro: viene confermato il feeling tra il €1.000 Main Event e i giocatori del Bel Paese.

Intanto all’Eureka Poker Tour il sogno del tridente italico nel final day del €300 Bounty Poker Cup svanisce sul più bello, con Petruzzelli, Savi e Nava che si fermano non distanti dal bersaglio.

Al Perla di Nova Gorica, i Campionati Italiani by ISOP incoronano campione nel €400 Deep NLH, Umberto Castelnuovo che nega il bis di successi a Cojaniz.

Infine, ma non per ultimo, grandi movimenti alle Triton Series di Madrid: Tom Dwan stravince il €25.000 PLO e porta casa 290.000 bigliettoni, mentre il day 1 del €100.000 Short Deck Main Event vede un pazzesco field approdare alla seconda giornata.

888Poker Live: Barcellona Provincia d’Italia

Solo contro tutti. Sandro Hauser compie l’impresa del giorno all’888Poker Live Barcellona e si assicura il trionfo finale. Unico italiano a raggiungere la zona premi, l’azzurro non conosce ostacoli e con una perfetta rimonta nel final day si issa sul gradino più alto del podio.

In 13 sono tornati per l’atto finale del €1.000 Main Event e il nostro connazionale riparte dalla quarta casella non distante dai primi della classe. Partenza folgorante quella di Sandro che con A-9 mette a segno la prima eliminazione nella discesa al titolo: spetta a Antonio Sanchez Torregrosa avviarsi alle casse come tredicesimo classificato, con A-6.

Hauser ci prende gusto e poco dopo con K-7 non concede appelli a 10-9 di Adan Soler Fernandez. José Manuel Gonzalez chiude in 11° piazza e poi a sorpresa, esce di scena il leader di inizio giornata, Ashley Timms. L’inglese prima subisce una serie di sportellate che dimezzano il suo stack e poi è l’uomo bolla dell’official final table con A-2 dominato da A-J di Sandro Hauser che si prende il terzo scalpo di giornata e vola al comando con 3 milioni.

Il tavolo finale scorre via abbastanza veloce, con l’azzurro che controlla e senza rischiare nulla mantiene la prima piazza. Poi a sette left mette fine alla corsa di Ewen Trevidy: il francese muove allin con Q-10 e l’italiano chiama con J-9. Scala per Sandro e altre chips per la fuga. A quattro left, il futuro campione si sbarazza anche di Stefan Wesson, il cui A-2 è superato da K-9 del nostro alfiere.

Sandro Hauser è ormai un fiume in piena e annienta le speranze dei rivali. In terza posizione relega Kimmo Kurko, per poi presentarsi al duello finale con oltre 7 milioni di pezzi, rispetto ai 2.5 milioni di Alexandre Ventura Bolet. Tre volte le chips del rivale, per il player del Bel Paese che poco dopo fa calare il sipario.

Il flop K Q 2 induce il padrone di casa al push con 9 3 e dall’altra parte c’è il call di Sandro con K-J. Turn e river non chiudono il progetto dell’iberico e Sandro Hauser è campione del €1.000 Main Event all’888Poker Live Barcellona per Sandro Hauser che incassa 56.800 euro. Per la terza volta, in quattro edizioni del torneo, è un giocatore italiano a primeggiare.

Il payout del tavolo finale

1 Sandro Hauser Italy €56,800*
2 Alexandre Ventura Bolet Spain €41,400*
3 Kimmo Kurko Finland €39,800*
4 Stefan Wesson United Kingdom €24,000
5 Bernat Carreras Spain €20,000
6 Gerard Carbo Spain €16,500
7 Ewen Trevidy France €13,000
8 Marti Roca de Torres Spain €10,000
9 Alex Baena Spain €7,500

*Deal

Eureka Poker Tour: Italiani vicini al trionfo

Poteva essere una doppietta clamorosa: oltre al successo azzurro all’888Poker Live Barcellona, i giocatori italiani hanno sfiorato l’impresa anche nel €330 Bounty Poker Cup, all’Eureka Poker Tour di Rozvadov. Al King’s Casinò 24 players sono tornati per la volata finale, con Federico Petruzzelli al comando, assieme a Fabio Savi e Giovanni Nava pronti a lasciare il segno.

Invece il finale è diverso dalle speranze, visto che Federico si ferma ad un passo dal final table all’undicesimo posto per 2.870 euro. Fabio e Giovanni raggiungono l’ultimo atto, con Savi out dai giochi in sesta piazza. Per lui una ricompensa di 6.255 euro, oltre alle taglie. Tutte le speranza si riversano quindi su Nava, ma il suo cammino termina in terza piazza per 19.300€.

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Trionfa l’ottimo francese Dorian Melchers che incassa 47.000 bigliettoni, dopo aver eluso l’assalto di Maros Guzej in heads up. All’Eureka in corso il €550 Warm Up con 200.000 euro garantiti, mentre domani decolla il €1.100 Main Event che assicura nel prize pool 1 milione di euro.

ISOP: Castelnuovo è Deep

L’ISOP ha il suo nuovo campione nel €400 Deep NLH. Umberto Castelnuovo lascia il segno nei Campionati Italiani e al Perla di Nova Gorica si prende uno dei tornei più attesi. In 18 sono tornati per la giornata finale, con Castelnuovo che risale la china, macina chips e infine costringe alla resa i rivali.

La prima piazza vale un assegno da 25.000 euro, più il ticket per il €990 Main Event NLH che decolla nel fine settimana. Castelnuovo nega il bis di titoli a Davide Cojaniz. Il neo runner up ha già vinto questo evento nel 2018 e 4 anni dopo si ferma ad un passo dal trionfo: incassa 15.500 euro e anche per lui c’è il ticket del main event.

In terza posizione si chiude la rincorsa di Nicola Benedetto: quest’ultimo ha vinto nel 2017 il main event dei campionati italiani e sperava nella grande accoppiata, con il €400 Deep. Il gradino più basso del podio vale una ricompensa di 10.000€. Si ferma in ottava piazza il cammino di Claudio Di Giacomo: il più atteso dei finalisti non trova il bandolo della matassa e si consola con 2.500€.

Il payout del tavolo finale

1 – Castelnuovo Umberto € 25.000 + ticket Main €990
2 – Cojaniz Davide € 15.500 + ticket Main €990
3 – Benedetto Nicola € 10.000 + ticket Main €990
4 – Michelotto Andrea € 7.200 + ticket Main €990
5 – Leng Alen € 5.500 + ticket Main €990
6 – Lo Carbo Fabrizio € 4.280 + ticket Main €990
7 – Marotta Francesco € 3.300 + ticket Main €990
8 – Di Giacomo Claudio € 2.500 + ticket Main €990

Triton Series: l’acuto di Tom Dwan

Come un tornado. Tom Dwan si abbatte sull’evento#11 delle Triton Series e spegne di fatto il final day nel giro di poche ore. Nel €25.000 Pot Limit Omaha sono 8 i giocatori che tornano per la discesa al titolo, con sei piazze “In the Money” a spartirsi il malloppo. “Durrrr” parte al comando del count e di fatto non lo mollerà più.

L’americano, in un derby a stelle e strisce si prende subito lo scalpo di Jeff Gross e poi fa fuori in piena bolla Paul Phua. Raggiunta la zona premi, il primo ad avviarsi alle casse è Elton Tsang, imitato poco dopo da Filip Lovric. Ai piedi del podio si esaurisce la corsa di Patrik Antonius steso proprio da Tom Dwan e la mente non può tornare che alle furiose battaglie online nel cash game high stakes di quasi 15 anni fa.

Terza posizione per Tom-Aksel Bedell, con il duello finale che oppone “Durrrr” a Jeremy Ausmus. Tom però non fa sconti e nel giro di poche mani fa calare il sipario: il connazionale è runner up per 199.000 euro, mentre Dwan porta a casa 290 mila bigliettoni. L’Ambasciatore delle Triton Series troneggia nel suo regno.

Il payout

1 – Tom Dwan, USA – €290,000
2 – Jeremy Ausmus, USA – €199,000
3 – Tom-Aksel Bedell, Norway – €127,000
4 – Patrik Antonius, Finland – €97,500
5 – Filip Lovric, Sweden – €76,500
6 – Elton Tsang, Hong Kong – €60,000

Triton Series: altro main e altro spettacolo

Alle Triton Series di Madrid arriva il secondo evento da €100.000 di buyin. Si tratta del main event in versione Short Deck, il famoso mazzo corto. In 60 hanno risposto presente e sono stati accumulati 6 milioni di euro nel montepremi. La zona premi è riservata a 8 posizioni: 240.000 bigliettoni come cash minimo e prima moneta da 1.8 milioni ad attendere il neo campione.

Sono 13 coloro che completano il giro di boa e il field è spaziale. Comanda Mikita Badzkiakouski: il bielorusso è in fuga con 3.127.000 chips e soffia il vento dell’Est sul torneo, visto che alle sue spalle c’è quel filibustiere di “Tony G” a quota 1.703.000 unità. Il podio si completa con la presenza di sua Maestà, Phil Ivey. Il 10 volte campione WSOP è in corsa con 1.669.000.

Basterebbe questo tridente per lo spettacolo, ma il main ci riserva anche altri nomi. Stephen Chidwick è quarto con 1.656.000, con Isaac Haxton in scia a quota 1.330.000 pezzi. Seth Davies si piazza in top ten (1.214.000), mentre dal fondo del count cercano la rimonta Chris Brewer (1.100.000) e soprattutto Jason Koon (373.000).

Il count ufficiale

  1. Mikita Badzkiakouski – 3,127,000
  2. Tony Guoga – 1,703,000
  3. Phil Ivey – 1,669,000
  4. Stephen Chidwick – 1,656,000
  5. Richard Yong – 1,536,000
  6. Isaac Haxton – 1,330,000
  7. Seth Davies – 1,214,000
  8. Bjorn Li – 1,159,000
  9. Danny Tang – 1,148,000
  10. Webster Lim – 1,143,000
  11. Chris Brewer – 1,100,000
  12. Michael Soyza – 803,000
  13. Jason Koon – 373,000

Photo in Home by Pokernews.com 

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari