Sunday, Jul. 22, 2018

Storie

Scritto da:

|

il 17 Giu 2018

|

 

Chi sono i 30 iscritti al torneo benefico delle World Series Of Poker da un milione di dollari di iscrizione?

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Chi sono i 30 iscritti al torneo benefico delle World Series Of Poker da un milione di dollari di iscrizione?

Area

Vuoi approfondire?

Un milione di dollari di buy-in, una prima moneta che si aggirerà intorno ai 15 milioni e almeno 3,8 milioni di dollari destinati in beneficenza per il problema dell’accesso idrico.

Manca meno di un mese alla partenza della nuova edizione del Big One For One Drop WSOP, il torneo più costoso della storia del poker che quest’anno raggiunge la terza edizione in quel di Las Vegas (nel 2016 una edizione speciale andò in scena a Montecarlo) con un cap chiuso a 48 entries.

A oggi sono trenta i giocatori iscritti secondo quanto comunicano gli organizzatori.

Di questi, otto sono businessman: cinque hanno desiderato mantenere l’anonimato, mentre gli altri sono ben conosciuti agli appassionati di poker trattandosi di Rick Solomon, Talal Shakerchi e Leon Tsoukernik.

Tra i 22 poker pro che hanno già pagato il deposito non rimborsabile di pre-iscrizione, invece, troviamo Phil Ivey, Daniel Negreanu, Antonio Esfandiari, Christoph Vogelsang, Bryn Kenney, Nick Petrangelo, Rainer Kempe, Dominik Nitsche, Steffen Sontheimer, Jason Koon, Adrian Mateos e Phil Hellmuth.

Non pervenuti per il momento i nostri Mustapha Kanit e Dario Sammartino, che l’anno scorso raggiunse il terzo posto alla versione ‘accessibile’ del Big One, il 111.111$ High Roller WSOP for One Drop, per 1,6 milioni di dollari incassati.

Con Musta che ancora deve arrivare a Las Vegas e Dario che invece ha già ‘timbrato il cartellino’ con un terzo posto al 2-7 10.000$ Championship Limit Drawball, è ovvio che i due eviteranno l’iscrizione diretta al torneo a meno di una vendita di quote davvero importante.

Ad esempio a gennaio Dario Sammartino ci aveva detto che parteciperebbe volentieri al torneo vendendo un 70-80%.

Assai probabile comunque sarà vedere i due azzurri da High Roller schierati a uno dei satelliti in programma al Rio: il sistema è a step, il primo scalino costa 10.300$ e dà accesso al mega-satellite da 100.500$ con un seat garantito.

“Che un evento di poker caritatevole possa avere un impatto così grande è sorprendente – dice il tournament director WSOP Jack Effel – Dal 2012, con 15 tornei e le donazioni dei giocatori, più di 12.000 individui hanno contribuito a raccogliere più di 20 milioni di dollari per la causa dell’accesso all’acqua pulita. Questo ha avuto un incredibile impatto sulle vite di più di 170.000 persone in stato di bisogno. Sia da un aspetto pokeristico che umanitario la poker community e noi delle WSOP siamo contenti di essere parte di tutto questo”.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari