Saturday, Oct. 21, 2017

Poker Online

Scritto da:

|

il 21 Set 2017

|

con Like

La chimica della motivazione e come riaccenderla ai tavoli da poker

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

La chimica della motivazione e come riaccenderla ai tavoli da poker

Area

Vuoi approfondire?

Pubblichiamo un interessante intervento di Vito Barone, Head Coach della scuola Spin Legends, sulla chimica della motivazione e su come riaccenderla per dare il massimo ai tavoli da poker.

 

Per i PPP, o per chi arrotondi tramite il poker, esiste una skill fondamentale per affrontare al meglio le “avversità” del giochino e continuare a studiare e grindare per raggiungere i propri obbiettivi. Stiamo parlando della motivazione.

Abbiamo due tipi di motivazione:

1- estrinseca alla attività stessa, per esempio ricevere riconoscimenti dalla comunità pokeristica, sponsorship, vincere soldi, essere ritenuto un top player…

2- intrinseca, laddove il soggetto trova l’attività stessa gratificante, stimolante e interessante di per sé e prova soddisfazione nel sentirsi sempre più competente.

Qualsiasi sia la motivazione è fondamentale che esista per rendere al meglio nel lungo periodo. Purtroppo però ci sono dei periodi in cui per vari fattori questa motivazione può venire a mancare; il mio suggerimento per ritrovarla è partire da se stessi.

Intendo dire che, se riusciamo a ritrovare il modo di essere felici, ci ritorneranno la voglia e la motivazione di continuare a giocare a poker.

Ci sono una serie di sostanze endogene che se stimolate nel modo giusto possono riaccendere la motivazione, ma soprattutto renderci felici. Il che, alla fine, non è altro lo scopo di tutti: quando siamo felici possiamo fare tutto! Vediamo queste sostanze.

 

1) Dopamina

La dopamina è un neurotrasmettitore detto anche ormone della felicità. Fondamentale per tante cose, mi soffermo su quelle relative al poker:

– Sensazione di piacere, grosso appagamento: quindi utile per predisporre nel modo giusto la nostra giornata di lavoro (grinding)

– Meccanismo della ricompensa: la dopamina predice la ricompensa, nel senso che ci dà la giusta motivazione per raggiungere i nostri obiettivi, fondamentale per un giocatore di poker.

Attenzione: bassi livelli di quest’ormone sono associati a distrazione e incapacità di concentrarsi.

– Memoria: la dopamina è fondamentale soprattutto per stimolare la memoria a breve termine, che ci consente di immagazzinare ed elaborare dati e concetti fondamentali nelle nostre attività quotidiane.

Apprendimento: alti livelli di dopamina sono associati ad un’elevata capacità di apprendimento, favorita anche dalla stimolazione della memoria.

– Sonno: quest’ormone regola il ritmo circadiano dell’organismo, favorendo l’alternanza sonno/veglia e vi ho già parlato in passato quanto sia fondamentale il sonno per la nostra attività.

Umore: così come la serotonina, questo neurotrasmettitore è in grado di influire sul tono dell’umore, determinando uno stato di generale benessere psicofisico, condizione ideale per iniziare una sessione.

Ci sono dei metodi naturali per stimolare la produzione di dopamina:
a) Attivitità fisica: 30-40 minuti di attività aerobica giornaliera o camminata è sufficiente.
b) Ascoltare musica.
c) Attività sessuale.
d) Il raggiungimento di obiettivi anche piccoli (esempio banale: finire un puzzle, cruciverba, o nel nostro caso un numero prefissato di spin giornalieri mantenendo il focus, ma anche piccoli obbiettivi giornalieri) aumenta il senso di gratificazione e di conseguenza stimola la dopamina.
e) Meditazione e yoga portano un maggior flusso di sangue al cervello e rilassano mente e corpo.
f) Curare le amicizie e ridere sono attività fondamentali per la produzione di tale sostanza e portano piacere e benessere.

2) Endorfine

Le endorfine recano un senso di piacere e di benessere. Queste sostanze ci permettono di continuare a lottare quando siamo sotto stress, niente di meglio per un giocatore di poker!

Ed ecco come stimolarle: fare sport (qualsiasi tipo, basta che sia continuo e prolungato per almeno 30 minuti), gustare il proprio cibo preferito (il cioccolato è un esempio classico, ma valido), ascoltare musica durante il giorno, abbracciare e baciare qualcuno a noi caro (ha un impressionante impatto sulla produzione di endorfine), accarezzare un animale domestico, sorridere, sentire alcuni profumi tra i quali lavanda e vaniglia (aiutano a ridurre l’ansia e rilassarci prima di dormire), ballare.

3) Serotonina

La serotonina è detta ormone del buonumore della felicità. Svolge numerose funzioni e interviene nella regolazione di importanti processi fisiologici quali il ciclo sonno/veglia, il senso di fame/sazietà, la motilità intestinale, il tono dell’umore, la memoria e il desiderio sessuale.

Viene stimolata dal Sole, dai massaggi, dall’attività sessuale, dall’attività fisica, dalla socializzazione, da yoga e meditazione.

 

4) Adrenalina

A piccole dosi l’adrenalina serve a darci stimoli che causano effetti positivi. Quindi uscire dalla propria routine e confort zone ogni tanto è salutare, ma attenzione perché è uno stress per il nostro organismo e la stimolazione prolungata ha effetti nocivi e contrari al nostro obbiettivo.

Insomma: può il benessere avere una formula chimica? Forse sì, e chissà che questa non sia la chiave per migliorare definitivamente il nostro gioco al tavolo!

 

Vito Barone

 

Se vuoi massimizzare le tue vincite agli Spin&Go invia la tua candidatura a SpinLegends da questo link!

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari