Friday, Jan. 18, 2019

Strategia

Scritto da:

|

il 20 Mar 2018

|

 

Cash Game Strategy – La bet 1bb al river

Ricevi tutti i nostri articoli via email, inserisci qui

Autorizzo, ai sensi del d.lgs. 196/2003 s.m.i., l’utilizzo dei miei dati personali, anche per conto di terzi, per finalità promozionali e di marketing. Leggi l'Informativa sulla Privacy.

AutorizzoNon Autorizzo

Cash Game Strategy – La bet 1bb al river

Area

Vuoi approfondire?

Il Texas Hold’em è bello perché è vario. Personalità e stili di gioco differenti si fondono in un cocktail dal gusto sempre sorprendente: dolce, amaro, sapido, acido. Ce n’è davvero per tutti.

Nell’ultimo lustro le strategie di gioco si sono evolute in maniera impressionante: i concetti di Game Theory Optimal ed Exploitative sono diventati predominanti e hanno per larghi tratti sostituito un approccio generale più istintivo. In passato solamente pochi avanguardisti avevano chiare le più profonde derive matematiche. Ma se da un lato la GTO tende a essere più meccanica, cinica e probabilmente efficace, è la seconda delle due scuole a farci innamorare di questo giochino.

Pochi giorni fa abbiamo visto come Antonio Esfandiari abbia outplayato Jennifer Tilly overbettando infinito river su un pot relativamente piccolo. Oggi abbiamo invece scelto di approfondire un altro aspetto tecnico che devia dalla GTO ed è in netta contrapposizione con quanto fatto da ‘The Magician’. Pressoché impossibile da vedere/concepire in un tavolo live, molto più frequente online: la bet 1bb al river.

Una move decisamente atipica, che va utilizzata con raziocinio e misura. Effettuata per evitare un comodo check back di oppo, può avere diversi funzioni: giveup, blocking, induce.

Give up

Nel primo caso, veramente molto raro, la bet sostituisce un check di resa: possibilità che vada a buon fine pressoché nulle, ma provarci, talvolta, potrebbe regalarci piatti inaspettati.

Blocking

Decisamente più frequente rispetto alla prima, la blocking bet di 1bb river può rivelarsi particolarmente efficace al fine di limitare le perdite: quando abbiamo in mano un punto medio e siamo consci di avere molto spesso la mano peggiore, potremmo confondere il nostro avversario anticipandolo con una microbet e inducendolo, erroneamente, a non rilanciare. In altri casi, la blocking bet di 1bb river stimolerà un raise avversario: qui dovremo dunque essere bravi a rileggere tutto l’andamento dello spot, rivalutare la nostra stessa puntata e capire se oppo sta effettivamente cercando di prendere valore o solamente cercando un modo per assicurarsi il piatto.

Timing e betting pattern del nostro avversario saranno fondamentali al fine di prendere la scelta corretta.

Induce

Punto forte, bet corposa. Vero, nella maggior parte dei casi (altrimenti quando incrementiamo lo stack?). Ma esistono situazioni in cui puntare river 1bb potrebbe essere una soluzione, specie se abbia la netta sensazione che il nostro avversario abbia poco o nulla in mano.

Nell’esempio video dello spam (e immagine di copertina), Hero non ha di certo il nuts, ma per l’andamento dello spot (open pre, bet 2/3 flop e 2/3 turn) può ragionevolmente pensare di avere diverse volte la mano migliore. Blockerando anche le scale, Hero sa che difficilmente verrà raisato river con mid value sia perché la texture particolarmente coordinata avrebbe potuto indurre oppo a raisare turn (sia per valore che in bluff). Quando il range del nostro avversario è cappato, la bet 1bb con mid value diventa dunque più che altro una puntata to induce, ovvero tesa a far rilanciare il nostro avversario per poi chiamare senza indugi.

Nel caso specifico, oppo snap rilancia, Hero chiama e si assicura il pot.

Considerazioni

E’ lampante che questo genere di strategia porti decisamente più frutti contro giocatori occasionali piuttosto che vs reg. Puntare 1bb su pot da 30-50-70bb contro un avversario tecnicamente discutibile può far scattare meccanismi che nemmeno immaginate.

Come detto in precedenza, l’eventuale size di rilancio e la velocità con cui viene effettuata sono parametri fondamentali ai fini della nostra decisione: solitamente, più è grande il rilancio del nostro avversario, meno possibilità ci sono che abbia davvero un punto migliore del nostro. In tutto questo va sempre e comunque valutata con attenzione l’intera action dello spot. Rielaborando bene tutte le informazioni, la bet 1bb al river può essere talvolta più efficace di un all-in!

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari