Thursday, Dec. 9, 2021

Poker Live

Scritto da:

|

il 7 Ott 2014

|

 

Andrea Dato scalda i motori per l’EPT di Londra: “Vendo quote maggiorate perché ho edge sul field!”

Andrea Dato scalda i motori per l’EPT di Londra: “Vendo quote maggiorate perché ho edge sul field!”

Area

Vuoi approfondire?

Nell’ultimo EPT ci è andato davvero vicino, ma la corsa di Andrea Dato a Barcellona, complice un final table giocato con uno stack critico,  si è arrestata al quarto posto.

In quell’occasione il player romano ha incassato la bellezza di 362.000€,  vincita (la più alta in carriera) che ha fatto contenti anche diversi investitori. Per la prima volta, infatti, Andrea aveva deciso di vendere delle quote del suo torneo:

“Non avevo mai provato a vendere quote – rivela Andrea – così, quasi per gioco, ho scritto sul mio Facebook se qualcuno fosse interessato ad acquistarle. Con mia grande sorpresa, ho ricevuto tantissime richieste e in poco tempo sono riuscito a vendere quel che volevo“.

Un po’ per scaramanzia, un po’ per tutelarsi da un eventuale swing negativo, Andrea ha dunque nuovamente comunicato su Facebook la volontà di cedere delle quote per l’imminente EPT di Londra:

“Visto che per l’EPT di Barcellona sono riuscito a vendere tutte le quote che volevo all’1.3, ho semplicemente provato ad alzare la richiesta ad 1.5. Vendere le quote ha senso solamente per tornei dal buy-in considerevole, che sia dunque almeno superiore ai 3.000€-4.000€”.

Dato spiega quali sono i parametri per calcolare una eventuale maggiorazione.

“La maggiorazione, ovviamente, è data da diversi fattori: da un lato, per l’investitore, per l’edge che penso di avere in questo genere di tornei. Dall’altro, ovviamente, per sostenere le spese accessorie e per ‘attenuare la varianza’ in caso di insuccesso. Non ho dei parametri precisi con i quali stabilisco la maggiorazione, semplicemente faccio dei tentativi per capire quale possa essere il mio valore secondo gli acquirenti. Qualora non riuscissi a vendere quanto prefissato vorrà dire che dovrò rivalutare l’importo proposto…”

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

Andrea, però, non intende eccedere con la cessione delle proprie quote:

“Credo che per tornei come un main EPT il 20% sia una percentuale ragionevole. Per quel concerne gli High-Roller, invece, sono chiaramente disposto a salire…”

E per quanto riguarda un ipotetico swap? Per ‘datino’ c’è una netta linea di demarcazione tra la vendita e lo scambio di quote:

“Nel primo caso si parla di un vero e proprio rapporto tra player e cliente e la si fa per rientrare di una parte dell’investimento. Lo swap, a mio avviso, è più che altro un accordo che si fa per amicizia: non lo si fa solamente con chi è più forte di te, ma lo si attua, soprattutto, per fare il tifo o farti tifare. Si tratta di uno scambio più che altro ’emozionale’ e non è improntato sull’avere dei grossi ritorni dal punto di vista economico”.

 

Foto di Neil Stoddart

Articoli correlati

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari