Sunday, Dec. 8, 2019

Poker Live

Scritto da:

|

il 12 Mag 2015

|

 

Max Pescatori sul sorpasso di Mustacchione nella money list italiana: “Records are made to be broken!”

Max Pescatori sul sorpasso di Mustacchione nella money list italiana: “Records are made to be broken!”

Area

Vuoi approfondire?

Prima o poi doveva arrivare.

Il sorpasso di Mustapha Kanit ai danni di Max Pescatori nella all-time money list italiana è divenuto realtà in quel di Montecarlo.

E’ giunto in un sol colpo, quasi all’improvviso, anche se Mustacchione la freccia l’aveva messa da tempo.

Tuttavia Max, il suo predecessore lassù in cima nonché l’attuale inseguitore, non ne fa certo un dramma, anzi:

Come dicono gli americani ‘records are made to be broken’, ovvero i record son fatti per essere battuti. Hanno infranto il record di Mennea che durava da decenni, eppure non è che d’improvviso Mennea sia diventato un brocco…insomma, se su decine di migliaia di giocatori me n’è passato davanti uno va bene lo stesso!

Visti i risultati ottenuti dai nostri connazionali, Kanit potrebbe non essere l’unico ad insidiare le zone alte della classifica:

Per quanto mi riguarda è molto difficile competere con Mustacchione o Dario Sammartino, che in futuro potrebbe superarmi, considerando il fatto che io non gioco buy-in così elevati. Mi ha fatto piacere stare in testa per tanto tempo e anzi, mi sono anche battuto per far eliminare personaggi come David Steicke, un americano residente in Cina, che voleva a tutti i costi essere italiano per stare in alto“.

Insomma, i super High-Roller con i loro prizepool da capogiro potrebbero realmente stravolgere la situazione:

Ora fanno addirittura i tornei da 50.000€ turbo come quello che ha vinto Musta! Io non so come facciano a convincere la gente a giocare un torneo da 50.000€ in modalità turbo. In Italia quando organizziamo un torneo da 50€ turbo su Lottomatica piovono centinaia di critiche da chi dice ‘io voglio un grande stack, voglio giocare almeno quattro ore!’ mentre a livello internazionale fanno questi eventi dove la gente paga mille euro soltanto agli organizzatori del torneo, l’equivalente del buy-in di un main event italiano. Ad ogni modo io ho vinto quasi tutti i soldi giocando tornei piccoli. Gli unici 50.000€ che ho giocato li ho persi tutti e quattro, tra l’altro uscendo in fase bolla nel corso dell’ultimo

Rimane tuttavia un altro record che ‘il pirata’ detiene da anni: infatti è l’unico italiano ad aver vinto ben due braccialetti alle WSOP:

Ovviamente spero che duri, anche se mi auguro che tanti italiani riescano a vincerne uno. In Italia abbiamo almeno quaranta giocatori molto bravi live, come ad esempio Marco Figuccia che ha vinto tre main event italiani e continua a fare risultati da anni pur non investendo grosse cifre“.

Per Max è già tempo di fare le valigie in vista delle imminenti World Series:

Tra poco partirò a Las Vegas per le World Series e spero di portare a casa un altro braccialetto, così la gente si dimenticherà per un po’ di Hendonmob!” (ride)

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari