Sunday, Sep. 20, 2020

Storie

Scritto da:

|

il 27 Lug 2016

|

 

“Nessun coach, ho già raggiunto la gloria” Intervista a Fernando Pons, November Nine grazie a un sat da 30€

“Nessun coach, ho già raggiunto la gloria” Intervista a Fernando Pons, November Nine grazie a un sat da 30€

Area

Vuoi approfondire?

E’ la grande sorpresa tra i November Nine del Main Event WSOP di quest’anno.

Arrivato a Las Vegas con un ticket vinto in un torneo da 30€, e per questo già ribattezzato ‘il nuovo MoneyMaker’, a novembre Fernando Pons giocherà l’ultimo atto del torneo più importante del Mondo.

Fernando ci racconta di essere stato travolto in patria da una vera e propria ondata di entusiasmo dei suoi connazionali appassionati di poker, un po’ come l’anno scorso accadde da noi con il pro Snai Federico Butteroni:

“Sono davvero molto orgoglioso, in questi giorni tutta la Spagna mi ha inviato messaggi di supporto idolatrandomi. E’ una sensazione incredibile quella di gente che non ti conosce e che ti scrive dicendoti che sei un esempio per loro”.

Fernando spiega di essere arrivato a Vegas senza aspettarsi nulla di particolare dal Main Event, ma che poi, una volta lì…

“Sinceramente sono arrivato in città con l’idea di fare un passo dopo l’altro per provare ad accedere alla seguente giornata di gioco. Però dopo aver giocato un po’ di ore ho pensato che arrivare a premio sarebbe stato più facile di quanto avessi pensato in prima battuta…”

L’unico rammarico e non aver potuto visitare la città più di tanto, nè giocare altri tornei oltre al Main:

Comparatore Bonus

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui siti degli operatori italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e gli operatori sono mostrati in ordine casuale.

“Sono partito per Vegas da solo ma già sapevo che avrei trovato ad aspettarmi gli amici Popi e Fali che erano lì da una settimana – ci scrive Fernando – E’ stata una esperienza incredibile, era la prima volta che andavo in Nevada. Sono arrivato il pomeriggio del 10 luglio e la mattina dell’11 ero già schierato al torneo. Ho avuto tempo di visitare un po’ la città nel giorno di pausa prima del Day2 ma purtroppo non ho potuto giocare altri tornei oltre al Main Event”.

Pons ha le idee chiare sulle giornate che lo separano dall’appuntamento più importante della sua vita pokeristica. Primo imperativo: nessun coach al seguito!

“Ora vado a giocare un torneo a Bilbao dove sono invitato, e poi andrò a Barcellona a giocare l’ESPT e l’EPT. A settembre credo di giocare qualche torneo nazionale e di rilassarmi in spiaggia, che poi è quello che più mi piace fare – dice lo spagnolo – Non credo che prenderò un coach, ho giocato il torneo da solo con le mie idee sul gioco e voglio finirlo allo stesso modo, con la tranquillità di non dipendere da nessuno, solo i miei thinking process e l’appoggio dei miei amici”.

Del resto, spiega Nando, già essere un November Nine gli ha dato gloria e soldi:

“Il milione di dollari che ho vinto mi ha già cambiato la vita! Arrivare a vincerne 8 sarebbe indescrivibile… Ma essere un November Nine mi ha già dato la gloria, tutto quello che verrà in più lo prenderò come un regalo…”

 

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari