Thursday, Jan. 23, 2020

Poker Live

Scritto da:

|

il 12 Dic 2019

|

 

L’intervista a caldo a Luigi D’Alterio dopo il secondo posto al National High Roller EPT Praga

L’intervista a caldo a Luigi D’Alterio dopo il secondo posto al National High Roller EPT Praga

Area

Vuoi approfondire?

Un secondo posto che è anche il premio più grande vinto in carriera e che non ammette recriminazioni per la vittoria mancata.

Deve ancora metabolizzare, ma nel raccontarci da Praga il runner-up al 2.200€ High Roller dell’EPT National che gli ha permesso di incassare 208.000€, Luigi D’Alterio è letteralmente raggiante.

“Non ho ancora metabolizzato il tutto; è lo shot più grande della mia carriera per ora. Ovviamente l’heads-up spostava abbastanza anche per il trofeo ma partendo l’avversario in vantaggio 4 a 1 non era facile vincerlo, quindi sono felice e spero in futuro di riavere la possibilità di giocare per la picca… – ci ha scritto Luigi da Praga –Sicuramente festeggerò ma non so ancora quando e come, a breve giocherò il main ept poi si vede 🙂”

Nella gioia di Luigi probabilmente pesa anche la soddisfazione per aver condotto in porto nel migliore dei modi una vera e propria maratona pokeristica durata la bellezza di 14 ore.

“Il day2 è stato abbastanza pesante perchè Iripartivamo da 140 left, abbiamo iniziato a giocare a mezzogiorno e siamo andati avanti fino alle 2 di notte, un po’ è stata una maratona, soprattutto cercando di restare focused per tutto il tempo e di esprimere il mio miglior gioco”

Il grinder campano racconta così le mani che gli hanno messo in discesa la strada per il premio più grande della sua carriera live:

“Ho giocato abbastanza pulito, in particolare ho vinto due showdown che hanno spostato. Uno a 50 left in cui ho reshovato uno short con AQs e ho trovato gli Assi da dietro ma ho floppato flush. L’altro, penso più importante, è arrivato a 16 left: con average del torneo a 25 big blind ho vinto un pot da 50 big blind AK>A5s che mi ha spianato la strada per il tavolo finale. Poi 10 left ho trovato un cooler a sfavore KK<AA flattando solo preflop e non perdendo il resto, la mano dopo ho vinto un coinflip AQ>JJ che mi ha permesso di approdare al tavolo finale con il terzo stack in gioco”

Il field, spiega Luigi, si è indurito solamente nella fase conclusiva cui sono approdati tanti reg bravi. Non che ciò lo abbia portato a cercare di evitare qualche avversario in particolare. Ma i complimenti che gli sono piovuti da un top pro gli hanno fatto sicuramente piacere:

“Quando ho uno spot da giocare che so è giusto non guardò chi ho di fronte, al massimo in base all’avversario posso cambiare il modo di giocare. Il field del torneo per essere un 2k era abbastanza facile, sopratutto il Day1. Dai 30/40 left in poi si è indurito un po’, c’erano dei reg bravi. Mi ha fatto piacere giocare contro Sam Grafton tanti spot e sentirgli poi dire, parlando di me con un altro player, che sono molto professionale e gioco molto gto: detto da uno come lui mi ha fatto davvero piacere!”

Al di là del boost di fiducia, questo bel risultato e la conseguente iniezione al bankroll non cambieranno più di troppo le abitudini pokeristiche di Luigi:

“Questo shot non cambierà l’abi che gioco online, magari mi darà più tranquillità negli swing che sul com possono essere davvero pesanti. Magari potrei giocare qualcosina in più live! Di sicuro continuerò a studiare come sempre, quest’anno penso di aver fatto un grande lavoro e stavo avendo ottimi risultati anche online, tra shot e big swing in totale stava andando abbastanza bene!”

Prima di salutarci D’Alterio spiega i principali adattamenti che un giocatore online deve mettere in atto nel momento in cui decide di passare ai live:

“Bisogna adattarsi al field e agli avversari, giocare sempre range puliti e non strafare perchè si sta monotablando. Restando concentrati c’è la possibilità di studiare gli avversari, guardare i tell, le move, come sizano, il loro timing è molto più easy. Ma soprattutto attenzione coi range con cui andare rotti perchè sopratutto agli stake medio-bassi in late stage il field medio va rotto davvero stretto rispetto all’online!”

 

 

Foto by PokerNews

Articoli correlati

Lascia un commento

ItaliaPokerClub non è un operatore di gioco a distanza, ma un portale informativo dedicato ai giochi. Tutte le poker room partner del nostro portale hanno regolare licenza AAMS. Il gioco è riservato ai soggetti maggiorenni e può causare dipendenza e ludopatia.
Consigliamo, prima di giocare, di consultare le probabilità di vincita dei singoli giochi presenti sui siti dei concessionari